Gli artisti con cui è difficile lavorare

Gli artisti con cui è difficile lavorare
1 di 12: Christian Bale - Sul talento non si discute, ma pare che sia uno che si infiamma facilmente. Lasciando perdere i suoi problemi "privati", è diventata celebre la sua terrificante crisi di nervi sul set di "Terminator Salvation" contro un membro della troupe che lo aveva distratto mentre stava recitando. - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
2 di 12: Mariah Carey - È una diva e si comporta da tale anche a costo di rendere la vita impossibile agli altri. Un esempio: ingaggiata per un cameo nel film "Casa Casinò", si è presentata con quattro ore di ritardo, non ha voluto girare la scena concordata e si è messa a fare richieste assurde al regista. Un altro attore che era sul set ha definito il suo comportamento "poco professionale e al limite dell'offensivo". E alla fine la scena non è stata inclusa nel film. - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
3 di 12: Russell Crowe - Ha un caratteraccio e lo ammette lui stesso. Russell ha collezionato aneddoti di ogni genere sui suoi comportamenti sul set: scatti d'ira, litigate (e non solo a parole), sbronze, assenze ingiustificate... Durante le riprese de "Il gladiatore" ha telefonato di notte a un anziano produttore del film, che non era d'accordo sullo stipendio che Russell pretendeva per i suoi assistenti, minacciandolo di ucciderlo con le sue stesse mani. - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
4 di 12: Lea Michele - Più di una collega (Kate Hudson e Naya Rivera, per dirne due) ha raccontato che sul set di "Glee" Lea era un incubo. Sembra che si fosse montata la testa: pretendeva di cambiare la sceneggiatura come preferiva lei, rinfacciava agli altri di non impegnarsi abbastanza... - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
5 di 12: Gwyneth Paltrow - Icona di stile, classe a gogo, ma non è esattamente una simpaticona. Sembra che sul set ogni tanto faccia richieste strampalate (la doccia deve essere asciutta e disinfetta perché ha paura dei germi), non di rado le scappano commenti maligni sui colleghi e non sopporta di condividere lo schermo con altre star: durante le riprese di "Iron-Man 2" non rivolgeva nemmeno la parola a Scarlett Johansson. - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
6 di 12: Kanye West - Qualcuno si stupisce? Kanye adora rompere le scatole a chiunque, ogni volta che può. Anche quando lo invitano per un cameo in un film, non resiste: finito di girare la sua scena da ospite in "Anchorman 2", non si levava più di torno e disturbava tutti ascoltando le sue canzoni con il volume sparato e litigando con chi gli passava intorno. - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
7 di 12: Lindsay Lohan - Con la vita incasinata che ha, non stupisce che sul set sia una mina vagante: si presenta quando vuole (sempre che si faccia vedere) e poi quando arriva è capricciosa e super esigente. - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
8 di 12: Bruce Willis - A inizio carriera era l'amicone di tutti, poi, man mano che diventava una super star, diventava anche intrattabile. Si arrabbia spesso durante le interviste e girano diverse storie di problemi sul set; Kevin Smith, che lo ha diretto in "Poliziotti fuori" (2010), ha detto che lavorare con lui è stata "un'esperienza devastante". Come ha risposto Bruce? Dandogli del frignone. Sylvester Stallone lo ha fatto fuori da "I mercenari 3" definendolo pubblicamente "pigro e avido". - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
9 di 12: Madonna - Per le persone che lavorano con lei e gli organizzatori dei suoi concerti, stare dietro alle sue richieste è un'impresa: Madonna è ossessionata dal controllo e dall'igiene e le sue indicazioni vanno eseguite alla lettera. Per dire, sembra che prima di ogni show pretenda di avere una tavoletta nuova di zecca per il water del suo camerino. D'altra parte, non diventi Madonna senza scontentare qualcuno. - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
10 di 12: Edward Norton - Un attore eccezionale, che però a quanto pare è anche un maniaco del controllo, poco disposto a fare lavoro di squadra e con la tendenza a imporsi sui registi. Sarà per questo che a un certo punto la sua carriera ha rallentato di brutto? - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
11 di 12: Shia LaBeouf - È talmente imprevedibile nelle sue stranezze e nei suoi sbalzi di umore, che prima di assumerlo per una parte ci pensano due volte. - Getty Images
Gli artisti con cui è difficile lavorare
12 di 12: Megan Fox - Dopo aver paragonato a Hitler il regista di "Transformers" Michael Bay, è comparsa online una lettera di alcuni membri della troupe che svelavano com'è stato lavorare con lei: non salutava né ringraziava mai nessuno, ignorava i colleghi, era sempre di pessimo umore. Riassumendo: "Megan è una s*****a ingrata, volgare, maleducata e senza un briciolo di grazia". Però! - Getty Images

Gli artisti con cui è difficile lavorare

Più foto