Airbourne

Airbourne

"All right people/Welcome to the show/Are you ready to rock?" - da "Stand Up For Rock'n'Roll", parola degli Airbourne, band hard rock australiana adoratrice del sacro riff.
Partiamo dall'inizio. Il primo protagonista della loro storia è Joel O'Keeffe, un bambino che a 9 già divora i dischi di AC/DC, Rose Tattoo e altri gruppi affini. A 11 anni gli danno la prima chitarra, a 15 comincia a suonare insieme al fratello minore (di 4 anni) Ryan, che infettato dalla stessa passione si è procurato una batteria.
Mettere insieme una band vera e propria però è dura: i due O'Keeffe vivono in una cittadina di campagna, Warrnambool, dove i rock kid scarseggiano. Quando finalmente incontrano il chitarrista David Roads e per ultimo il bassista Justin Street, nel 2003, sono pronti a mollare lo stantio borgo natio per trasferirsi a Melbourne (stabilmente nel 2005, dopo qualche mese ancora di faticosissimo avanti-indietro).
I 4 prendono la città d'assedio, la tappezzano di volantini, suonano senza sosta nei pub e incidono l'EP "Ready To Rock" (2004). Fino a quando riescono a farsi un nome e si ritrovano a firmare un contratto con la Capitol Records e ad aprire i concerti di Rolling Stones e Motley Crue. Attraversano tutta l'Australia in tour con il culmine del ruolo di headliner al festival Big Day Out del 2006.
Per incidere il disco di debutto "Runnin' Wild" vanno in America e vengono affidati alla produzione di Bob Marlette (Black Sabbath, Alice Cooper) e al mixaggio di Andy Wallace (Guns N' Roses, Nirvana, Linkin Park). Nonostante la Capitol a inizio 2007 decida di rescindere il contratto, a giugno il disco esce comunque in Australia sotto Emi. La band quindi si accasa presso la Roadrunner, che nel 2008 distribuisce "Runnin' Wild" in tutto il mondo.
Gli Airbourne intanto forniscono canzoni a diversi videogiochi (da "Need For Speed: ProStreet" a "Grand Theft Auto IV") e alla Royal Rumble 2008 della WWE.