Ana Johnsson

Ana Johnsson

Per sfondare nel pop-rock dell'anno 2000 ci vuole grinta da vendere; se poi la grinta ti viene da un passato come semiprofessionista di snowboard ancora meglio: all'inizio del nuovo millennio Ana Johnsson si affaccia sul mondo della musica vantando un curriculum decisamente eclettico.
Nata a Göteborg il 4 ottobre 1977, Ana cambia residenza un paio di volte nel corso dell'infanzia, da adolescente lavora part-time in un negozio di dischi e al tempo del liceo si trasferisce negli Stati Uniti (è qui che dimostra di avere un sacco di numeri quando mette i piedi sulla tavola da snowboard).
Rientrata in Svezia nel tardo 2001, lavora come croupier part-time in un casinò, accarezza l'idea di frequentare un corso di graphic design, ma alla fine si fa tentare dal mondo della musica, partecipando e vincendo la prima edizione svedese della trasmissione Popstar. Insieme con le altre ragazze vincitrici, Ana Johnsson fonda la band Excellence, incide un album ("Region Of Excellence") e gira il paese nel corso della tournée promozionale.
Il successo ottenuto dalle ragazze è di quelli che promettono grandi cose. Invece, nell'estate del 2002 Ana lascia il gruppo e fa il grande salto verso la carriera solista.
L'album d'esordio, "The Way I Am" (2004), si presenta bene ancora prima di uscire nei negozi. Merito del singolo "We Are", che entra nella colonna sonora di "Spider-Man 2" e che diventa anche il primo brano estratto dalla soundtrack: è un segnale molto forte, per due motivi. Primo: perché il film viene promosso in modo massiccio e far parte dell'avventura significa partecipare a un evento cinematografico gigantesco. Secondo: perché nella compilation ci sono anche musicisti già affermati e il fatto di puntare su un'esordiente è una scelta che fai solo se hai piena fiducia il lei. Ana Johnsson ricambia con gli interessi e "We Are" va incontro a un grosso successo. Preannunciato da un secondo singolo ("Don't Cry For Pain") "The Way I Am" esce nell'autunno 2004.