Ania

Ania

Ania nasce a Napoli in una famiglia in cui da subito respira musica. Infatti molto presto comincia a seguire le orme paterne come musicista e cantante. Già all'età di 15 anni intraprende studi di canto esibendosi contemporaneamente in vari locali campani accompagnata dal padre, prima, e da una band i "Rock Impression", dopo.
Dai 15 ai 18 anni quindi combacia gli studi scolastici con gli studi canori,studiando canto con alcuni fra i migliori insegnanti a Napoli, studi che interrompe per un anno per poi riprenderli nuovamente fino ad oggi. Da solista partecipa a varie manifestazioni canore anche internazionali tra cui, nel 1997, un concorso svoltosi a Budapest dove si è esibita presso l'ambasciata e in piazze della capitale ungherese.
Successivamente inizia a scrivere brani propri e, dal 1999 partecipa (con lo pseudonimo di Maya) come cantautrice alle selezioni per l'"Accademia di Sanremo" arrivando alle semifinali.
Dopo l'esperienza dell'Accademia partecipa come interprete alle finali del "Festival di Napoli" tenutesi a Roccaraso e subito dopo forma un gruppo di tre elementi gli "Onirica" con cui sperimenta un genere rock elettronico. Partecipa e arriva alle finali del concorso "Premio Lunezia "ad Aulla nel 2001concorso di grande valenza culturale che premia Ania per i suoi testi. Nello stesso anno,si esibisce alle finali giovani emergenti del "Neapolis Rock Festival" a Napoli.
Nel 2002, Ania si trasferisce a Milano dove attualmente vive e comincia un intenso lavoro con il produttore e arrangiatore Luca Rustici (che collabora con alcuni dei più importanti artisti italiani come Zucchero, Andrea Bocelli, Claudio Baglioni, Giorgia, Negramaro, Piero Pelù, Alessandro Safina, Francesco Renga etc.etc.), che diventa suo discografico con la sua etichetta L'n'R Productions (distribuita dalla Universal), realizzando il suo primo lavoro discografico "Tutto e Niente" un album che esprime la forte personalità e sonorità rock di Ania.
Da subito comincia ad essere apprezzata, oltre che come cantautrice, anche come autrice per altri noti artisti. Tra questi due nomi altisonanti come Lee Ryan (Blue) a cui scrive la versione italiana di "Army of Lovers" che diventa "Ho te" e anche "Alibi", brano interpretato da Mina e da lai scelto come suo singolo radio.
A fine 2005 la cantautrice gira il video del suo singolo d'esordio "Pezzi di vetro" a Roma con la Film Master Clip. E nello stesso anno arriva alle finalissime per Il Festival di Sanremo, categoria giovani, col brano "Tutto e Niente".
A maggio 2006 esce il primo lavoro discografico di Ania "Tutto e Niente", con la promozione dell'omonimo singolo e gira il suo secondo video con la regia di Graziano Genoni.
A ottobre 2006 va in rotazione il terzo singolo "Dagli Occhi" con relativo video.
A dicembre 2006 comincia il tour live di Ania, collaborando al progetto 4ventilive, esibendosi nei piu rinomati club italiani, accompaganata dai suoi fidati musicisti Luca Rustici, Gaetano Diodato, Giancarlo Ippolito e Massimo Russomanno. Durante tale tour Ania ha il piacere di esibirsi in duetto con vari artisti tra cui Loredana Bertè.
Adesso Ania ritorna con un nuovo singolo "E' Tutto Qui", singolo che precede l'uscita del nuovo album. Il video del brano è stato prodotto da Marco Salom (Angel film) con la regia di Laura Chiossone ed è programmato sui principali canali musicali italiani.
Nel 2008 esce il nuovo disco "Nuda". Anticipato dall'omonimo singolo, questo lavoro è stato fin da subito molto apprezzato da pubblico e critica ed è accompagnato da uno straordinario video in alta rotazione sulle emittenti televisive musicali e da un tour live che prosegue nell'estate 2008.
Inoltre, Ania è stata premiata, nel corso della manifestazione, VIDEOCLIP 2008 IV edizione "Il Cinema Incontra La Musica" per il videoclip "Cambiami Il Destino" , regia di Giuseppe Amorisco con la partecipazione di Patrizio De Bustis, Alberto Decostanzi, Chirstian La Rosa, Silvia Garnero, Simone Estienne, Martina Pairona.
Non è l'unico riconoscimento per Ania. AMNESTY ITALIA ha scelto il brano e il videclip di 'Cambiami Il Destino' per come "abbia voluto affrontare un tema così attuale e importante come quello della pena di morte", il video verrà affiancato nella campagna di Amnesty contro la Pen a di Morte.