Animal Collective

Animal Collective

Animali sperimentali.
Sotto il nome Animal Collective si celano 4 amici d'infanzia di Baltimora e dintorni. Avey Tare, all'anagrafe David Portner, Noah Lennox aka Panda Bear, Brian Weitz aka The Geologist e Josh 'Deakin' Dibb sono in realtà quattro musicisti che collaborano al progetto del gruppo spaziando tra ballate pop, ritmi folk e noise tutto in chiave sperimentale. Nel 1999 Avey Tare e Panda Bear pubblicano il disco electro-folk "Panda Bear", mentre il nome Animal Collective appare solo nel disco del 2000 "Spirit They're Gone, Spirit They've Vanished".
Dopo qualche concerto nei locali della zona, la formazione, che varia tra due e quattro componenti a seconda dell'occasione, vengono notati dall'etichetta Catsup Plate di Rob Carmichael, che inizia a distribuire i dischi del gruppo.
L'anno successivo anche The Geologist partecipa alla registrazione dell'album che esce nel 2001 con il nome "Danse Manatee". Successivamente gli Animal Collective partono per un tour di un mese per gli USA con i Black Dice. Nel 2002 David si trasferisce a New York per frequentare l'università, ma ben presto è chiaro che l'aspirazione di Avey Tare è un'altra. Con la scusa della relazione tra Panda Bear e una ragazza di New York, David convince l'amico a raggiungerlo e a continuare la loro carriera.
L'anno seguente è molto prolifico per gli Animal Collective: pubblicano il live "Hollinndagain" in edizione limitata ed esclusivamente su vinile per la canadese St.Ives, mentre la FatCat Records ristampa i primi due album. Poi lanciano "Campfire Songs" (per la Catsup Plate), un album registrato in presa diretta grazie a tre mini CD recorder strategicamente disposti in una veranda nelle campagne del Maryland.
Nel 2003 gli Animal Collective, insieme a Todd Hyman della Carpark Records, fondano l'etichetta Paw Tracks. E la prima uscita della neonata etichetta sarà proprio l'album che porta gli Animal Collective al successo. "Here Comes The Indian", il primo con la formazione al completo, è preceduto da un'ottima pubblicità fatta per lo più di passaparola sul web e, ancora una volta, dalla tournée con i Black Dice. L'album segna il passaggio alla maturità artistica del quartetto e un recupero di tradizioni musicali primitive, come quella africana e quella dei nativi americani.
"Sung Tongs" (2004), registrato come il primo album, dai soli Avey Tare e Panda Bear risulta infatti una sorta di rielaborazione in chiave più matura e pacata del loro CD d'esordio e ottiene ottime critiche entrando nella Top Ten di molte riviste specializzate. A ricevere un discreto successo è anche "Prospect Hummer", un EP registrato con la famosa cantautrice folk inglese Vashti Bunyan e uscito all'inizio dell'anno successivo.
Nel 2005 esce il disco che ancora una volta vede gli Animal Collective spostarsi su sonorità nuove, un misto di pop e rock che lascia perplessi i fan della prima ora. Preceduto dal singolo"Grass", "Feels" vanta la presenza di numerosi ospiti tra cui Kristin Anna Valtysdottir dei Múm e il violinista Eivynd Kang (già collaboratore di Laurie Anderson e Arto Lindsay).A questo punto agli Animal Collective non resta che buttarsi nella conquista del mercato mondiale e per farlo decidono di intraprendere un lunghissimo tour che li vede esibirsi perfino in Giappone.
Quando sono ancora in tour gli Animal Collecitve iniziano a scrivere nuovi pezzi che poi sottopongono in anteprima al giudizio del pubblico dei loro live. Una volta tornato negli States il gruppo si mette al lavoro per dar vita al suo ottavo album che sarà il primo pubblicato per la Domino Records. Già a maggio è tutto praticamente pronto e The Geologist annuncia titolo e track list sul sito della band. I fan sono in fibrillazione e le attese della critica per il nuovo lavoro sono davvero alte dato che da un gruppo del genere non si sa mai cosa aspettarsi. Il 9 settembre "Strawberry Jam" viene messo in vendita su iTunes e il mese successivo arriva sugli scaffali dei negozi mentre gli animali sperimentali sono in giro per il mondo a portare tutta la loro carica eccentrica.