SKA-P

Genere: Alternative SKA-P

Semplicemente ska!
Vallecas, sobborgo proletario di Madrid, culla della resistenza alla dittatura di Franco, di lotte operaie e di militanza politica. Anno 1994. Cinque ragazzi affiggono un avviso per le strade. Stiamo formando un gruppo, chi vuole partecipare si faccia avanti. Senza troppe menate la band si forma e in [... continua]

Condividi su: Facebook
 

SKA-P: La biografia

Semplicemente ska!
Vallecas, sobborgo proletario di Madrid, culla della resistenza alla dittatura di Franco, di lotte operaie e di militanza politica. Anno 1994. Cinque ragazzi affiggono un avviso per le strade. Stiamo formando un gruppo, chi vuole partecipare si faccia avanti. Senza troppe menate la band si forma e in breve tempo comincia a salire sul palco. L'obiettivo? Dire le cose in faccia ai benpensanti. Senza fronzoli o giri di parole, dirette e dure come si fa tra gente tosta. Pulpul voce e chitarra, Toni Escobar chitarra e voce, Julio il basso, Kogote tastiere e cori, Pako pesta sulla batteria. Il nome gioca con le passioni musicali e i messaggi politici. Ska-p. I ritmi di lotta, di Londra e Berlino. Ma anche l'assonanza con "escpe", scappare, fuggire, andarsene.
Suonano su e gi per la Spagna di met anni novanta. Dalla Galizia ad Almeria, e ovviamente attorno a Madrid, il cuore dello stato spagnolo. Non chiedono soldi, qualche volta solo le spese, altrimenti un pasto e qualche libro. Va bene cos, tra gente che sa quanto difficile tirare avanti. L'importante non fare soldi, ma dimostrare il coraggio di metterci la faccia, dire le cose come stanno, fregarsene di tv e radio, girare tra la loro gente. Dopo qualche mese il piccolo seguito gi diventato uno zoccolo duro di fan. Esce il primo CD omonimo, ma la notoriet arriva con un pezzo per il Rayo Vallecano, squadra di football della loro citt costretta a vivere all'ombra dei bianchi del Real Madrid. Il pezzo diventa un inno, e gli Ska-p lo propongono anche fuori da Vallecas. In breve tempo la voce circola, in Spagna c' una band che canta contro la corruzione politica, le bugie dei politicanti, il razzismo e la discriminazione. Quando aprono i concerti di Plantero Y Tu e di Extremoduro (due delle pi note band spagnole di quel tempo) sembrano toccare il cielo con un dito. Ma la storia non deve fermarsi li, ancora molte cose devono accadere.
L'anno successivo Toni Escobar lascia la band. Troppo dura tirare avanti con il lavoro, una famiglia cui dedicare tempo ed energie, i soldi che se ne vanno per suonare. Partono le audizioni, non si pu fare a meno di un chitarrista, e dopo una vagonata di solisti si sceglie Joxemi, un tipo di Larraga in Navarra. Non sar il migliore tra quelli visti, anzi, forse addirittura il peggiore, ma quello che sottopelle mostra le vibrazioni migliori per la band. Anche Pipi, fino a quel momento una meteora apparsa qua e l sul palco con gli Ska-p, imbarcata ufficialmente nella band. Al nono Vallecas Rock presentano il loro secondo album "El Vals Del Obrero". Pochi manifesti sui muri, nessun passaggio nel giro del marketing delle tv e delle radio, una fama di band che dal vivo spacca e temi caldi, che fanno discutere, come "Cannabis", "Animales De Laboratorio" o "Sexo Y Religion". Il piatto servito e ormai nessuno in Spagna pu rimanere indifferente alla musica degli Ska-p.
Ma la vera sorpresa per la band quando valicano i Pirenei, invitati a un festival in Francia, e si ritrovano davanti migliaia di persone che conoscono i loro pezzi parola per parola. Dal passaggio sopra i Pirenei al volo transatlantico verso il Sud America il passo breve, e l'energia per farlo quella che deriva dall'uscita del terzo disco "Eurosis". Argentina e Messico le tappe del loro viaggio nel sud del nuovo mondo, ma anche l'arrivo in Italia, subito dopo, invitati ad Arezzo Wave, dove 10.000 persone li aspettano per cantare e ballare con loro. Intanto anche Pako ha lasciato la band, sostituito da Luismi, un vecchio militante del gruppo.
"Planeta Eskoria" arriva nel 2000, due anni dopo l'ultima uscita, e subito i fan hanno l'impressione di un cambiamento, di una maturazione. Humor, ironia e rivendicazione hanno lo stesso tono abrasivo di sempre, ma come se gli Ska-p avessero acquisito maggior consapevolezza, non solo dal punto di vista musicale ma anche per i messaggi che lanciano con i loro pezzi. "Violencia Machista", "Derecho De Admision", la stessa "Planeta Eskoria" sono titolo espliciti e diretti come sempre, con la differenza che ora la band ha un seguito maggiore, da parte dei fan e da parte dei media. Portano i loro live fuori dalla Spagna, in Francia, ovviamente, ma anche in Italia e Svizzera. E non perdono l'occasione, ogni intervista o passaggio televisivo sono buoni per lanciare i loro messaggi, per continuare nella loro opera di informazione e controinformazione. Spesso e volentieri censurate, ma non importa, gli Ska-p non demordono e non guardano in faccia nessuno quando si tratta di dire la loro verit.
Due anni in giro con "Planeta Eskoria" e nel 2002 danno alle stampe "Que Corra La Voz", il quinto album degli Ska-p, probabilmente il pi completo e il pi maturo, o almeno cos lo considerano loro. Lo portano in giro per il tour europeo (Ungheria, Austria, Olanda e Belgio, oltre alle solite mete mediterranee) e in quello sudamericano, toccando Cile, Argentina e Messico. Alla band si sono aggiunti ora anche i fiati, due baschi di Bilbao, Gari al trombone e Txikitin alla tromba.
Ne hanno consumate ormai di suole delle scarpe da quei primi manifestini di carta di Vallecas, cinque dischi e migliaia di concerti in giro per il mondo sono un pezzo di vita da considerare con attenzione. E cos nello stesso 2004 esce "Incontrolable", 16 pezzi registrati live e un DVD, la loro storia e la loro anima.
Nel 2005 arriva una notizia che non ci si aspettava: la band ha deciso di prendersi un periodo di pausa, o forse uno stop definitivo, nessuno lo sa. Fatto sta che per un bel po', forse per sempre gli Ska-p non si sentiranno pi. Per salutare nel modo migliore i fan di tutto il mondo il gruppo decide di fare un tour che passa anche per l'Italia e vede gli Ska-p esibirsi a Rock In Idro davanti a una folla praticamente in delirio.
Seguono anni in cui alcuni membri, come Pipi che fonda il gruppo The Locos, continuano a far parte del mondo della musica mentre di altri si perdono le tracce. Almeno fino a quando sul sito ufficiale della band (che sempre stato aggiornato) appare un comunicato stampa firmato da Pulpul che annuncia che gli Ska-p sono al lavoro su nuovo materiale. Resta l'incognita Pipi che in un primo momento si dichiara non interessato alla proposta di tornare a far parte degli Ska-p. All'inizio di maggio per, sempre sul sito della band, appare un post nel quale Pipi afferma la volont di tornare a suonare con la band a cui deve tutto. Il gruppo al completo e pronto per promuovere l'uscita del nuovo disco previsto per ottobre 2008 con un mini-tour che tocca anche l'Italia a dicembre.

SKA-P: Siti ufficiali

Scopri online la migliore musica del momento: cantanti italiani, artisti stranieri, gruppi musicali e band emergenti. Dall‘emo al rock, dalla dance al pop, dalla musica house ai classici anni ‘80 ascolta le tue canzoni preferite online.

Mtv Networks