GOGOL BORDELLO

Genere: Alternative GOGOL BORDELLO

Folk e punk, musica balcanica e cabaret brechtiano, violini zigani e chitarre distorte: tutto questo, e qualcosa di più, sono i Gogol Bordello.
Evacuato dall'Ucraina nel 1986 dopo il disastro nucleare di Chernobyl, Eugene Hutz si trova a vagare attraverso tutto l'est europeo, compresa una tappa in Italia, per [... continua]

Condividi su: Facebook
 

GOGOL BORDELLO: La biografia

Folk e punk, musica balcanica e cabaret brechtiano, violini zigani e chitarre distorte: tutto questo, e qualcosa di più, sono i Gogol Bordello.
Evacuato dall'Ucraina nel 1986 dopo il disastro nucleare di Chernobyl, Eugene Hutz si trova a vagare attraverso tutto l'est europeo, compresa una tappa in Italia, per sette anni, fino a quando, nel 1993, si stabilisce a New York. Con un bagaglio di esperienze, umane e musicali, tra le più disparate fra loro, è proprio nella Grande Mela che Hutz, in veste di cantante e compositore, forma i Gogol Bordello. Con lui ci sono il chitarrista Vlad Solofar, il fisarmonicista Sasha Kazatchkoff, il batterista Eliot Ferguson e il violinista Sergey Ryabtzev.
Il gruppo inizia suonando musica zigana durante i matrimoni degli immigrati provenienti dall'Europa dell'est, ma ben presto il suo sound inizia a evolversi in qualcosa di assolutamente inedito, che mescola gipsy music, punk e folk, guadagnandosi, nel giro di qualche anno, un'aura di culto nel circuito underground newyorchese. Le esibizioni del gruppo stanno a metà strada fra un concerto punk e il cabaret brechtiano, e permettono a Hutz di esprimere tutta la sua carica di comico, cantante e intrattenitore folle.
Nel 2001 arriva il primo singolo, "When The Trickster Comes A Pokin'", seguito l'anno successivo dall'album d'esordio "Voi-La Intruder", caleidoscopio di suoni balcanici, irriverenza punk e ironia gogoliana (ovviamente).
Poco dopo Solofar e Kazatchkoff lasciano, e al loro posto entrano in formazione il fisarmonicista russo Yuri Lemeshev e due musicisti israeliani: il chitarrista Oren Kaplan e il sassofonista Ori Kaplan, che, a dispetto del cognome uguale, non sono parenti.
Il secondo lavoro in studio, "Multi Kontra Culti Vs. Irony", arriva nel 2002 e ripropone le deliranti atmosfere folk-punk del primo disco.
Hutz, nel frattempo, diventa una piccola celebrità della notte neworchese grazie alle sue serate da DJ nei club bulgaro Mehanata, durante le quali dà vita a irresistibili mix di musica balcanica, araba e indiana su basi dancehall ed elettroniche.
Ed è proprio questa esperienza a ispirare "J.U.F. - Gogol Bordello Vs. Tamir Muskat" (2004), combinazione esplosiva tra il folk-gispy-punk dei Gogol Bordello, la dance, l'elettronica e suoni balcano-orientali.
Con "East Infection", pubblicato nel 2005, la band multietnica ritorna, si fa per dire, alla sua normalità, mentre "Gypsy Punks Underdog World Strike", sempre dello stesso anno, suona più marcatamente punk. Giusto per non smarrirsi, facciamo il punto sulla formazione: Hutz, Sergey, Yuri, Oren, Eliot, Rea Mochiach (basso), Pamela Jintina Racine (voce e percussioni), Elizabeth Sun (voce e percussioni).
Nel 2005 il carismatico e teatrale front-man del gruppo fa il suo esordio anche al cinema, grazie al ruolo di co-protagonista al fianco di Elijah Wood nel film "Ogni Cosa È Illuminata".
L'instancabile attività live della crew subisce una battuta d'arresto nel 2006, a causa dei problemi al braccio di uno dei componenti. Questo, però, non ferma la composizione dei nuovi pezzi, che finiscono nel disco "Super Taranta". Il nuovo lavoro, infatti, esce nel luglio 2007 e contiene 14 canzoni, alcune già "testate" nei concerti in giro per l'Europa. L'estate, intanto, offre ai fan una chicca: l'esibizione al Live Earth insieme a Madonna sulle note di "La Isla Bonita / Lela Pala Tute". Le scorribande sul palco si susseguono poi al consueto ritmo serratissimo fino alla fine dell'anno.

GOGOL BORDELLO: Siti ufficiali

Scopri online la migliore musica del momento: cantanti italiani, artisti stranieri, gruppi musicali e band emergenti. Dall‘emo al rock, dalla dance al pop, dalla musica house ai classici anni ‘80 ascolta le tue canzoni preferite online.

Mtv Networks