ALEX BRITTI

Genere: Pop ALEX BRITTI

Blues, jazz, pop: tre parole e una chitarra, questo è Alex Britti.
Nato a Roma in un torrido ferragosto del 1968, Alex viene travolto dall'amore per la chitarra alla tenera età di otto anni. Appena diciassettenne, è già in giro per la penisola a suonare blues con la sua band. Grazie a una tecnica sopraffina, in [... continua]

Condividi su: Facebook
 

ALEX BRITTI: La biografia

Blues, jazz, pop: tre parole e una chitarra, questo è Alex Britti.
Nato a Roma in un torrido ferragosto del 1968, Alex viene travolto dall'amore per la chitarra alla tenera età di otto anni. Appena diciassettenne, è già in giro per la penisola a suonare blues con la sua band. Grazie a una tecnica sopraffina, in breve tempo la sua presenza viene richiesta dai più importanti festival blues italiani.
Si esibisce in oltre cento concerti insieme al musicista americano Louisiana Red, imponendosi come chitarrista d'elezione dei maggiori bluesman che vengono a suonare in Italia: Paul Jones, Buddy Miles, Billy Preston e nel 1990 inizia a collaborare con Rosa King, accompagnandola in tutta Europa. In questa prima parte della sua carriera il clou delle sue performance sono le apparizioni alla festa romana del 1° maggio, edizioni 1994 e 1995.
Ma Britti tenta in contemporanea anche altre strade espressive: suona e recita nelle due edizioni dello spettacolo teatrale "Radio Estetica" di Franco Bertini. Sempre nel 1995 partecipa da solista come ospite fisso al programma Generazione X. Tra il 1996 e il 1997 si dedica alla stesura di colonne sonore: quella di "Uomini Senza Donne" (di Angelo Longoni, con la coppia Alessandro Gassman/Gianmarco Tognazzi) e "Stressati" (di Mario Capelloni, sempre con Tognazzi).
Ma la conversione-pop non si fa attendere: l'intento è quello di vivere di luce propria, proponendo idee personali e originali a qualche casa discografica. La grande occasione arriva nel 1996 quando la Universal Music lo mette sotto contratto licenziando due singoli: "Quello Che Voglio" e "Solo Una Volta (O Tutta La Vita)". Quest'ultimo brano, in particolare, attira con la sua orecchiabilità l'attenzione dei programmatori radiofonici, diventando una delle hit dell'estate '98.
Qualche mese dopo viene pubblicato l'album di debutto "It.Pop", un'offerta variopinta di suoni e idee di grande impatto e successo. Il coinvolgimento di Britti nel progetto è totale: autore ed esecutore di tutti i brani, è anche il produttore del disco, che viene registrato a Roma e mixato a Milano. "It.Pop" viene eletto dalla critica "miglior debutto dell'anno" (referendum di Musica & Dischi) e Alex si aggiudica il disco di platino grazie alla vendita di 200.000 copie, una cifra astronomia per il mercato italiano.
Sono anni di grandi soddisfazioni per l'ormai ex bluesman Britti: la sua partecipazione all'edizione 1999 del Festival di Sanremo con la ballata "Oggi Sono Io" viene premiata con il primo posto nella categoria Nuove Proposte e con un'unanime acclamazione da parte di pubblico e critica, che la indicano come miglior brano in assoluto. Dopo appena un mese un altro alloro: riceve al P.I.M. (Premio Italiano della Musica) il riconoscimento quale miglior artista esordiente per il 1998. Il disco di debutto viene ristampato con l'aggiunta del pezzo sanremese e del singolo "Mi Piaci".
Nel 2000, dopo una tournée nazionale e l'esibizione al Pavarotti International, Britti pubblica il suo secondo album, "La Vasca", anticipato dal singolo "Una Su 1.000.000". E' una collezione di brani allegri e melodici, rivolti a un pubblico eterogeneo. Il successo commerciale è immediato, cosa che gli consente di rischiare qualcosa in più. Si presenta così a Sanremo 2001 con "Sono Contento", un brano difficile, ma valido, che costituirà la spina dorsale delle sue performance nel PalaVasca Tour che partirà qualche giorno più tardi. Il concerto clou si svolge allo stadio Olimpico di Roma, dove si esibisce davanti a 20.000 fan in delirio.
Dopo un 2002 sabbatico, durante il quale si concede il piacere intimista di suonare in piccoli club in giro per Europa, Alex ritorna alla grande a Sanremo 2003 con "7000 Caffè", una canzone godibile e ritmata che gli fa conquistare la seconda piazza nella prestigiosa kermesse ligure. Il pezzo apre anche il suo terzo album "3", che sulla scia dei successi sanremesi non tarda a riscuotere consensi e apprezzabili risultati di vendita.
Alle soglie dell'estate 2005 Alex Britti ritorna sulle scene con un singolo, "Prendere O Lasciare", che parla di una storia d'amore ormai finita. Il CD della canzone, scritta, prodotta e arrangiata interamente dal cantante romano, contiene anche una versione acustica dello stesso brano. Finita l'estate, arriva anche l'album completo - "Festa", composto da 12 canzoni, fra cui una strumentale, in cui Britti può sfoderare tutto il suo talento pop e le sue radici blues – e un tour a tappeto lungo la penisola.
L'anno successivo Alex torna di nuovo sul palco dell'Ariston con il brano "...Solo Con Te" scritto e prodotto da lui e arrangiato a quattro mani con il produttore Geoff Westley. Inoltre sempre nel 2006 parte un progetto che vede Alex collaborare niente meno che con Edoardo Bennato alla stesura della canzone "Notte Di Mezza Estate" a cui segue un tour congiunto dei due artisti.
Bisogna però aspettare il 2008 per vedere un nuovo disco di Alex. Si tratta di "Mtv Unplugged: Alex Britti" che esce in DVD e CD e propone la spettacolare esibizione registrata da Alex a settembre dell'anno precedente negli studi milanesi di MTV Italia. Il disco contiene anche l'inedita "Milano" che viene pubblicata anche come singolo e riscuote un buon successo. Dopo un'uscita del genere che permette di apprezzare oltre alle sue doti di cantante anche quelle di chitarrista, il nostro decide di partire in tour durante il quale esegue i suoi più grandi successi di sempre in chiave acustica.
Il 1 febbraio 2011 esce "Alex Britti Best Of", la sua prima raccolta ufficiale contenente venti delle più belle canzoni del suo repertorio.

ALEX BRITTI: Siti ufficiali

Scopri online la migliore musica del momento: cantanti italiani, artisti stranieri, gruppi musicali e band emergenti. Dall‘emo al rock, dalla dance al pop, dalla musica house ai classici anni ‘80 ascolta le tue canzoni preferite online.

Mtv Networks