Avenged Sevenfold

Avenged Sevenfold: ultimi video musicali

Avenged Sevenfold - Planets

Video Musicali

Avenged Sevenfold - Acid Rain

Video Musicali

Avenged Sevenfold - Nightmare

Video Musicali

Avenged Sevenfold - Retrovertigo

Video Musicali

Avenged Sevenfold - Malagueña Salerosa

Video Musicali

Avenged Sevenfold - Burn It Down [Clean]

Video Musicali

Avenged Sevenfold - Burn It Down [Regular]

Video Musicali

The Stage

Video Musicali

Avenged Sevenfold

Nuova linfa al metal moderno.
La storia ha inizio nel 1999 ad Huntington Beach, dalle parti di Orange County, California, quando cinque compagni di liceo mettono insieme una band con in testa un suono impossibile: mischiare liberamente Guns 'N Roses e Misfits, Iron Maiden e Bad Religion, gli assoli di Dimebag Darrell al prog dei Dream Theater. I cinque pazzi che compongono gli Avenged Sevenfold sono il cantante M. Shadows (all'anagrafe Matthew Sanders), i chitarristi Zacky Vengeance (Zachary Baker) e Synyster Gates (Brian Haner Jr.), il bassista Johnny Christ (Johnathan Seward) e il batterista Reverend Tholomew Plague (Jimmy Sullivan); passano in formazione senza lasciare tracce consistenti anche Justin Sane e Dameon Ash al basso.
Nel 2001 gli A7X - questa l'abbreviazione ufficiale - pubblicano il disco d'esordio "Sounding The Seventh Trumpet", una colata incandescente di hardcore e metal filo-europeo. L'età media del combo è di 18 anni: con un debutto così, la strada è spianata. La band infila una lunga serie di concerti dividendo il palco con Shadows Fall e Mushroomhead fino a guadagnarsi un posto al Vans Warped Tour del 2003, dove sfoderano uno show impressionante.
Grazie anche alla produzione precisa di Mudrock, "Waking The Fallen" (2003) sfonda ogni barriera tra metal e punk e mette in luce il talento strumentale degli Avenged Sevenfold e la magnifica, versatile voce di M. Shadows, perfettamente a sua agio sia quando si tratta di sbranare, sia nei passaggi melodici. Nel frattempo la band ha anche messo a punto il suo look goticorock a base di tatuaggi e eyeliner.
Nel 2004 M. Shadows viene sottoposto a un intervento chirurgico alla gola, ma recupera senza problemi. Un anno dopo ecco "City Of Evil", il disco che trasforma in realtà il suono sognato dalla band (quello impossibile di sopra) immergendosi nell'hard rock e nel metal di scuola Iron-Metallica-Pantera. Non originale nelle fonti, ma molto creativo nel metterne insieme di così disparate risultando comunque vivo e credibile.
Parentesi: la band ama fornire canzoni ai videogiochi. "Blinded In Chains" finisce in "Need For Speed: Most Wanted", "Bat Country" in "SSX On Tour" e "Madden '06" ("Chapter Four" era già in "Madden '04"), "Beast And The Harlot" in "Burnout Revenge".