Baby Bash

Baby Bash
  • Rap, Gangsta Rap, Hardcore Rap, Southern Rap
  • Viso da bravo ragazzo, che nasconde una vita difficile, e un immenso talento naturale fanno di Baby Bash [... altro]

Swanananana

Viso da bravo ragazzo, che nasconde una vita difficile, e un immenso talento naturale fanno di Baby Bash uno dei rapper latini più amati del nuovo millennio.
Nato nel 1975 nel Vellejo (California) da padre inglese e mamma messicana, Baby Bash, o Baby Beesh (dalla mania di girare in città con la sua Mitsubishi), viene allevato dalla nonna perché i suoi genitori sono tossicodipendenti. L'educazione musicale gli è impartita invece da alcuni zii che adorano i ritmi centroamericani e le loro musiche tradizionali.
Ancora giovanissimo debutta sulla scena rap latina e fa parte, prima, dei Potna Deuce e poi dei Latino Velvet, il gruppo guidato da Kid Frost e Jay Tee, uno dei componenti del mitico duo Chicano N2Deep.
La sua vita cambia però quando collabora, a Houston (Texas), con South Park Mexican. L'ambiente che trova e la fantasia dei cantanti hip hop locali lo conquistano a tal punto che decide di vendere la sua villa californiana e di comperare due case in Texas.
Nonostante gli ottimi successi ottenuti lavorando con Frankie J. e i The Kumbia Kings, Baby Bash è indeciso se intraprendere la carriera musicale oppure se dedicarsi al basket. Dopo aver capito di essere troppo basso per praticare a livello professionale questo sport si getta a capofitto nel progetto artistico e, grazie all'incontro con il producer Happy Perez, il suo sogno decolla.
Il risultato è la pubblicazione di "Savage Dreams", il primo album del giovane rapper, inciso per la Dope House nel 2001 (il CD è registrato sotto lo pseudonimo di Baby Beesh).
Poco più tardi divulga il singolo "Suga Suga", un appassionato mix di toni vocali divertenti e ritmi callenti. Il brano viene talmente applaudito sia dal pubblico che dalla critica che la Universal nota Baby Bash e gli fa firmare un contratto. Nel 2003 esce così il secondo LP, "Tha Smokin' Nephew", un disco che raccoglie tutte le influenze dell'artista.
Altro cocktail stravagante è il terzo CD, "Super Saucy", che viene messo sul mercato nel 2005. Anticipato dal singolo di punta, "Baby I'm Back", a cui contribuisce anche Akon, questo camaleontico album mescola tutti i generi musicali che Baby Bash ha conosciuto durante la sua carriera: dall'hip hop West Coast di E-40 al punk di Tom Petty & The Heartbreakers, dal reggae della band Steel Pulse al soul di Nate Dogg, dal rock'n'roll di Lenny Kravitz al punk di Rick James.