Bang Gang

Bang Gang
  • Alternative Pop/Rock, Alternative/Indie
  • Un mondo di ghiaccio e magia ha sempre bisogno di un cantore adeguato: l'araldo dell'Islanda per l'anno [... altro]

Un mondo di ghiaccio e magia ha sempre bisogno di un cantore adeguato: l'araldo dell'Islanda per l'anno 2000 è Bardi Johannsson, conduttore televisivo, DJ, arrangiatore, producer, musicista.
È lui l'anima di Bang Gang, un progetto musicale per comunicare al mondo le sue personali fantasie musicali, atmosfere darkeggianti fatte di fantasmi e melodie celestiali, un pop etereo ed elettronico che mescola ritmiche computerizzate e sonorità soft ricercatissime. Il bello è che tutto nasce con una surf band, quando Bardi Johannsson e Henrik Baldvin Bjornsson producono il singolo "Listen Baby" e non senza ironia si candidano a diventare i Beach Boys dell'Oceano Artico. Poi i due imboccano strade differenti: Bjornsson fonda i Singapore Sling, Johannsson comincia il progetto Bang Gang rinverdendo i rapporti con Esther Talia Casey (attrice, cantante, la voce ideale per il suond dei Bang Gang).
Il primo singolo inciso dalla coppia entra subito nella colonna sonora di "Blossi 810551" (Júlíus Kemp, 1997) e la cosa convince la piccola etichetta Sproti a contattarli per inserire un loro brano in un progetto di compilation che faccia il punto sulla nuova musica islandese.
I Bang Gang accettano, compongono "Sleep" e si guadagnano sul campo il diritto a un album tutto loro. Più o meno nello stesso momento, l'etichetta East-West France sigla un contratto con Bang Gang e Sproti per la coproduzione e distribuzione dell'album d'esordio. Adesso che le basi sono solide Bardi ha tutto il tempo per mettersi al lavoro sui brani che andranno a comporre "You", pubblicato in Islanda nel novembre 1998 e distribuito in Europa 2 anni dopo.
Il primo singolo estratto dall'album ("So Alone?") prima diventa una hit in patria, poi un videoclip che conquista un posto d'onore nella programmazione notturna di MTV. A proposito, la regia del videoclip è di Ragnar Bragason, il cui lungometraggio d'esordio ("Fiasco") vanta una colonna sonora firmata proprio da Bardi Johannsson. Comunque sia, il successo di "You" procura ai Bang Gang la possibilità di proseguire sulla strada della musica, solo che la band deve procurarsi una nuova cantante: nel 1999 Esther Talia Casey viene selezionata per una lunga collaborazione con una televisione islandese e deve lasciare la collaborazione full time col gruppo. Bardi Johannsson decide allora di non affidarsi a una cantante fissa ma di privilegiare collaborazioni con varie voci femminili. Il risultato vede le stampe nel novembre 2003, release dell'album #2 ("Something Wrong"): 12 brani sofisticati, eclettici, che denunciano maggiore maturità da parte di Bardi Johannsson.