Bic Runga

Bic Runga: ultimi video musicali

Bursting Through

Video Musicali

Suddenly Strange

Video Musicali

Something Good

Video Musicali

Get Some Sleep

Video Musicali

Sway

Video Musicali

Bic Runga

Dalla Nuova Zelanda con furore: cantante, compositrice e poli-strumentista, Bic Runga ha bisogno di un solo album per diventare una superstar in patria. Il secondo le serve per conquistare il mondo. Come è possibile tutto ciò? Boh, ma nel suo caso è andata così: nata nel 1976 a Christchurch, Bic Runga ha un po' di sangue cinese, un po' maori e una madre musicista. A 11 anni comincia a suonare la batteria, poi si dedica anche a chitarra, tastiere e canto, esibendosi in numerose jazz band della zona.
Il grande salto avviene con la maggiore età: dopo avere sperimentato la composizione delle sue prime canzoni, nel 1994 Bic Runga si trasferisce a Auckland e comincia a gettare le basi per una carriera da professionista. E a dimostrazione che non sta facendo i conti con un sogno privo di realismo, nel 1995 debutta con il singolo "Drive" (etichetta Sony, mica gli ultimi venuti): il brano schizza in Top 10 e l'anno successivo le fa vincere il prestigioso Silver Scroll Award, ambito riconoscimento per i songwriter neozelandesi.
Dopo l'uscita di due nuovi singoli, "Bursting Through" e "Sway" (anche quest'ultimo da Top 10), nel 1997 esce l'album "Drive", che nel giro di pochissimo tempo trasforma Bic Runga in una superstar. Due cose, soprattutto, fanno la differenza. La prima: "Drive" diventa il disco più venduto di un artista locale nella storia della musica neozelandese. La seconda: l'album domina i Tui Award (gli equivalenti dei Grammy), portando a casa, fra gli altri, i premi per l'album dell'anno, miglior cantante e miglior compositrice.
Cosa fai quando il successo finalmente arriva? Bic Runga va in tour, da sola o insieme a Tim Finn e Dave Dobbyn, e passa qualche tempo a New York, dove comincia a scrivere le nuove canzoni. È un periodo di grandi viaggi, perché a differenza di "Drive" (di cui lei stessa ha curato la produzione), la nuova avventura fa tesoro di molti più musicisti e produttori, a New York come a Los Angeles e Auckland. Alla fine, "Beautiful Collision" vede la luce nel 2002: distribuito in tutto il mondo, in patria diventa 4 volte disco di platino.