Biohazard

Biohazard: ultimi video musicali

Biohazard - How It Is

Video Musicali

Biohazard - Sellout

Video Musicali

Biohazard - Shades Of Grey

Video Musicali

Biohazard - Five Blocks To The Subway

Video Musicali

Biohazard - How It Is

Video Musicali

Biohazard - After Forever

Video Musicali

Biohazard - Shades Of Grey

Video Musicali

Biohazard - How It Is

Video Musicali

Biohazard

L'urlo della rabbia.
I Biohazard sono tra le prime band a creare un sound ibrido tra hardcore, metal e hip hop: un genere che ai suoi albori è noto come crossover (consacrato dalla collaborazione Anthrax-Public Enemy in "Bring The Noise") e che poi si declinerà come nu metal. La loro musica è la colonna sonora perfetta per testi ostili e furibondi, incentrati sul degrado della vita urbana.
La prima incarnazione dei Biohazard prende vita nel 1988 a Brooklyn, composta da Billy Graziadei (chitarra e voce), Evan Seinfeld (classe 1972, basso e voce), Bobby Hambel (chitarra) e Danny Schuler (classe 1986, batteria). Si smazzano la gavetta suonando di spalla a gruppi thrash e hardcore della scena locale, e lentamente conquistano una comunità di fan sempre più ampia, attratta soprattutto dalle tematiche sociali e politiche che i Biohazard trattano con intelligenza (e molta, molta rabbia).
Cresce anche la musica, sempre più potente e focalizzata. Le influenze dichiarate sono Black Sabbath, Iron Maiden, Run DMC, Bad Brains, Judas Priest, Cro-Mags, Public Enemy, Ramones, Agnostic Front.
Nel 1990 debuttano con il loro disco omonimo per la piccola etichetta Maze, ma per colpa di una distribuzione non proprio capillare piazzano solo 40mila copie. Mentre cercano di trovare una label che conceda loro una vera chance, continuano a calpestare un palco dopo l'altro e partono anche per il loro primo tour europeo.
Nel 1992 il seguito della band è tale che arriva finalmente il contratto con la Roadrunner. "Urban Disciple" è il disco dell'esplosione definitiva (1 milione di copie vendute): voce urlata e marziale, massicci beat hip hop e riff corrosivi di ispirazione thrash e hardcore. Il video di "Punishment" guadagna rotazioni record su Headbanger's Ball di MTV.
La posizione ibrida tra i generi attira ai Biohazard una stima trasversale: ad esempio, nasce la collaborazione con il gruppo hardcore rap degli Onyx, che nel 1993 realizza una cover di "Slam" con la partecipazione dei Biohazard in persona e poi insieme a Seinfeld e soci incide la traccia portante per la colonna sonora di "Judgment Night" (film di Stephen Hopkins). Per non dire dei concerti: la band suona di spalla a pezzi grossi come House Of Pain, Sick Of It All, Fishbone e Kyuss.
Nel 1994 esce per la Warner "State Of The World Address", che cementifica la reputazione del gruppo; nel singolo "How It Is" c'è ospite Se-Dog dei Cypress Hill. Nonostante la fortuna arrida (l'album vale un altro milione di copie, il tour mondiale è un sucesso), Hambel decide di lasciare i compagni, che proseguono come trio e registrano "Mata Leao" (1996), un disco considerato da molti la miglior fusione di rap e metal raggiunta fino a questo punto. È anche la risposta positiva, la luce in fondo al tunnel, dopo un periodo difficile di lotta alla dipendenza da droga e alcol, di dissidi interni, di contrasti con la label.
La formazione torna a quattro con l'innesto di Rob Echeverria, ex chitarrista dei grandi Helmet. Nel 1997 il live "No Holds Barred" immortala l'inesauribile potenza che i Biohazard riversano sul pubblico dal vivo. Un anno dopo esce "New World Disorder" per la nuova etichetta Mercury; il tour li porta ancora in Europa, dove prendono parte a importanti festival musicali. Poi, un'altra tegola sulla testa: la Mercury viene inglobata dalla Universal e modifica l'atteggiamento verso la band, che si sente abbandonata e decide di rescindere il contratto.
La crisi dei Biohazard è grave, ma nel 2000 il quattro si riuniscono per un tour in Europa e Giappone organizzato senza il supporto di una casa discografica. La scelta di fare da sé si rivela un successo: la band è tornata in grande forma. Conclusa la lunga marcia live, pubblica "Tales From The B-Sides", un disco di b-side e remix.
Poco dopo Rob lascia il gruppo, sostituito da Leo Curley. Nel frattempo i Biohazard si sono accasati presso la SPV/Steamhammer (in Europa) e la Sanctuary (nel resto del mondo). Parallelamente alla loro attività principale, i membri si dedicano anche ad altro: Evan recita nella serie tv Oz (dal 2004 sarà anche regista/attore porno con il nome di Spyder Jones, insieme alla moglie star Tera Patrick), Danny suona negli Among Thieves e Billy allestisce un progetto trip-hop, i Blu, e si fa un nome come giornalista specializzato.
Nel 2001 i Biohazard registrano "Uncivilization" nei loro studi freschi di restauro, i Rat Piss Studios. Ospiti nell'album: Roger Miret degli Agnostic Front, Jamie Jasta degli Hatebreed, Phil Anselmo dei Pantera, Corey degli Slipknot. Poco dopo l'uscita del disco, Curley molla il colpo e al suo posto subentra Carmine Vincent dei Nucleus: con lui il combo incide il durissimo "Kill Or Be Killed" (2003).
Passano due anni, e quasi a sorpresa ecco "Means To An End" (2005), disco-bomba che ripesca il suono degli esordi: i Biohazard sono vivi e arrabbiati come sempre.