Black Grape

Black Grape

Dopo la fine degli Happy Mondays, il vocalist Shaun Ryder (23/8/1962), riuscendo a emergere da una seria dipendenza da droghe, decide di mettere in cantiere un nuovo progetto. Insieme ad amici di vecchia data come Bez (danza e percussioni) e a nuovi compagni d'avventura come i rapper Kermit (al secolo Paul Leveridge) e Jed dei Ruthless Rap Assassins, Paul Wagstaff (ex-chitarrista dei Paris Angels), Danny Saber, Ged Lynch e Stephen Lironi, Ryder incide nel 1995 l'album “It's Great When You're Straight ...Yeah”. Registrato in sole sette settimane, l'album, anticipato dal fortunato singolo “Reverend Black Grape”, arriva direttamente al primo posto nelle classifiche inglesi.
Dopo varie peripezie che impediscono alla band di vivere un periodo sereno, i Black Grape riescono -purtroppo senza Bez- a intraprendere una serie di esibizioni negli States, mentre entra stabilmente tra i collaboratori Carl 'Psycho' McCarthy. Nel 1997, dopo due anni di attesa, esce finalmente “Stupid, Stupid, Stupid”, che pur ricevendo accoglienza non unanime contiene alcuni brani decisamente interessanti (“Dadi Waz A Badi” e “Squeaky”). Di lì a poco, tuttavia, sia 'Kermit' che 'Psycho' abbandonano la formazione, ciò che prelude tanto alla fine dei Black Grape quanto alla reunion degli Happy Mondays, avvenuta nel 1999.