Blackstreet

Blackstreet: ultimi video musicali

Tonight's The Night

Video Musicali

I Like The Way You Work

Video Musicali

(Money Can't) Buy Me Love

Video Musicali

No Diggity

Video Musicali

Joy

Video Musicali

Baby Be Mine

Video Musicali

Fix

Video Musicali

Joy

Video Musicali

Blackstreet

Il seme dell'R&B. Considerati una delle band più influenti del panorama black, i Blackstreet hanno attraversato un decennio di produzioni contribuendo a portare l'R&B fino alle vette delle charts mondiali. Il quartetto si forma nel 1994, come rinascita delle ambizioni protagoniste di Teddy Riley, ex produttore di Wreckx-N-Effect, Bobby Brown, Michael Jackson e SWV tra gli altri.
Dopo la chiusura dell'esperienza dei Guy, Edward Theodore Riley (come è registrato all'anagrafe di New York), decide di accantonare la carriera di produttore per concentrarsi su quella di performer e mette insieme la prima lineup con Chauncey "Black" Hannibal, Levi Little e Joe Stonestreet. Prima ancora di entrare in studio per il debutto discografico, "BLACKstreet" (Interscope 1994), Stonestreet è rimpiazzato da Dave Hollister: trascinanto da singolo "Before I Let You Go" l'album che ancora tracima di hip hop vende oltre un milione di copie nell'estate dello stesso anno e guadagna la top five delle classifiche USA.
Con l'uscita di Hollister e Little, rimpiazzati da Mark Middleton ed Eric Williams, il secondo album "Another Level" (Interscope 1996) vira decisamente verso l'R&B e, grazie alla partecipazione di Dr. Dre nel singolo "No Diggity", domina per quattro settimane le charts R&B americane: alla fine le vendite supereranno quota quattro milioni, facendo conquistare ai Blackstreet anche un Grammy come Best R&B Vocal di gruppo.
Il singolo successivo, "Don't Leave Me" esce nel 1997 e prelude all'apparizione con Jay-Z in "The City Is Mine". Ma nonostante questi successi da blockbuster, i cambiamenti nella lineup non cessano, Middleton lascia per seguire la sua carriera solista e il suo posto è occupato da Terrell Phillips. Intanto l'attesa per il terzo album dei Blackstreet surriscalda gli animi dei fan, che sono accontentati nel 1999 dall'uscita di "Finally": il disco, pompato dal singolo "Take Me There" ci mette giusto una settimana per balzare in testa alla classifica ma, nonostante il disco d'oro che "Finally" procura alla band e alla Interscope, tra gruppo e label la tensione sale vertiginosamente così come le chiacchiere sui dissapori tra Hannibal e Riley. Le voci di una battaglia legale tra i due si dimostrano del tutto infondate, ma Riley si dedica comunque a progetti paralleli, registrando un album reunion con i Guy nel 2000.
I pensieri dello stesso Riley sullo scioglimento dei Blackstreet per fortuna subiscono una frenata, la pace torna tra lui e Hannibal e con il ritorno di Middleton e Williams la lineup di "Another Level" è ricostituita: il progetto solista di Riley confluisce nella ritrovata armonia dei Blackstreet da cui esce "Level II", pubblicato gli inizi del 2003 per la DreamWorks rovente e sensuale come sempre.