Crash Test Dummies

Crash Test Dummies: ultimi video musicali

Afternoons & Coffeespoons

Video Musicali

The Ballad Of Peter Pumpkinhead

Video Musicali

Keep A Lid On Things

Video Musicali

Mmm Mmm Mmm Mmm

Video Musicali

God Shuffled His Feet

Video Musicali

Get You In the Morning

Video Musicali

The Ballad Of Peter Pumpkinhead

Video Musicali

God Shuffled His Feet

Video Musicali

Crash Test Dummies

È il talento poliedrico di Brad Roberts a dare la spinta che condurrà i nostri 'manichini per le simulazioni di incidenti' (quei pupazzi che simulano la presenza di persone nelle automobili per verificarne la sicurezza) non verso un solido muro, ma verso il successo e la fama. Laureato con lode in letteratura inglese, già lanciato verso una carriera nel mondo universitario, e contemporaneamente musicista e cantautore, Brad decide ad un certo punto di impegnarsi più a fondo nella musica che nelle ricerche accademiche. I demo realizzati con il gruppo in cui suona, d'altronde, incominciano a esser presi in considerazione da alcune etichette discografiche a cui sono stati spediti. Della band -che suona un folk-rock interessante condito con i testi piuttosto originali di Brad- fanno parte anche il fratello minore Dan (bassista), Ellen Reid (piano, fisarmonica) e Benjamin Darvill (mandolino e armonica a bocca). Il primo album, che viene inciso nel 1991 e si intitola “The Ghost That Haunts Me”, vende piuttosto bene in Canada ma non riesce ancora a diffondere il nome della band come questa meriterebbe. Nel '93, tuttavia, la situazione cambia, e “God Shuffled His Feet”, grazie a una serie decisamente buona di pezzi, primo fra tutti il singolo di enorme successo “Mmmm Mmmm Mmmm” (senza dimenticare “Afternoons And Coffeespoons” e la title-track), riesce a convincere tutti, vendendo più di cinque milioni di copie. Conseguentemente, i nostri ricevono a Berlino il premio come 'Breakthrough Artist' agli European Music Awards presentati da Tom Jones. Nel 1996, dopo l'introduzione del nuovo batterista Michel Dorge, viene realizzato “A Worm's Life”, mentre tre anni dopo esce, con un mutamento di sound che sembra non avere convinto il pubblico, “Give Yourself A Hand”.