Damien Rice

Damien Rice
  • Folk, Alternative Folk, Contemporary Folk, Contemporary Singer/Songwriter
  • Un trovatore del terzo millennio. Dietro a un disordinato ciuffo rossiccio e alla barba incolta si nascondono [... altro]

Rootless Tree (Video - explicit)

Un trovatore del terzo millennio.
Dietro a un disordinato ciuffo rossiccio e alla barba incolta si nascondono la sensibilità di un cantautore (Damien Rice) e il sapore tipico della sua terra d'origine (l'Irlanda).
Nato alla periferia di Dublino il 7 dicembre 1973, Damien cresce a Celbridge, nella contea di Kildare. Vicino a casa c'è il fiume Liffey, dove il ragazzo trascorre moltissime ore, pescando e coltivando la passione per le arti, musica e pittura in particolare.
La gran voglia di far sentire la propria voce lo porta ben presto a dare vita a una band dalla chiara impronta indie-rock: gli Juniper. La firma di un contratto con Polygram nel 1997 porta alla pubblicazione di due singoli di discreto richiamo: "The World Is Dead" e "Weathermen". Contrasti con la casa discografica infrangono però il sogno degli Juniper, che Rice lascia nel 1999.
Smessi i panni del rocker alternativo, dalla primavera dello stesso anno Damien si trasferisce prima sulle colline toscane e poi in giro per l'Europa. Un anno più tardi torna a Dublino pronto a concentrarsi sulla propria musica: è a corto di quattrini, ma grazie ad alcuni prestiti riesce a registrare il suo primo demo da solista.
Il nastro viene spedito al celebre produttore David Arnold (Bjork, Nina Persson) e il gioco è fatto: Arnold rimane ipnotizzato e finanzia la realizzazione del disco di debutto ("O", 2002), che Damien Rice incide assieme alla cantante Lisa Hannigan, alla violoncellista Vyvienne Long, al percussionista Tom Osander, al bassista Shane Fitzsimons, al chitarrista Joel Shearer e alla violinista Cora Venus Lunny.
L'album, anticipato dal singolo "The Blowers Daughter" e da una serie di esibizioni live, colpisce molto positivamente pubblico e critica. Risultato: il successo non si fa attendere e in Irlanda il disco viene certificato di platino.
Quando "O" viene pubblicato negli States (2003), anche oltre oceano si comincia a formare una solida base di estimatori, tanto da propiziare alcune fortunate esibizioni (per esempio al Sundance Festival).
Gran parte del 2004 e del 2005 trascorrono lavorando sul secondo LP, che esce col titolo "9" a novembre del 2006 un po' in tutto il mondo e che conferma l'apprezzamento guadagnato col precedente lavoro (a proposito: nel frattempo è terminata la collaborazione professionale con Lisa Hannigan).
Poi inizia una lunghissima tournée che a luglio del 2007 porta Damien Rice anche in Italia.