Delain

Delain

"Lucidity" è lo straordinario album d'esordio dei Delain, un eccezionale progetto gothic rock a cui ha dato vita il tastierista Martijn Westerholt (ex Within Temptation).
Martijn si è circondato di musicisti estremamente validi come il bassista finlandese Marko Mielata (Nightwish, Tarot), il chitarrista Jan Yrlund (ex Lacrimosa) e la cantante norvegese Liv Kristine (ex Theatre of Tragedy, Leaves' Eyes).
Vari musicisti rock tedeschi di fama internazionale hanno contribuito a questo progetto: la cantante Sharon Den Adel (Within Temptation), il chitarrista Ad Sluyter (Epica), il batterista Ariën van Weezenbeek (God Dethroned), il cantante George Oosthoek e il chitarrista Guus Eikens (ex Orphanage). I Delain hanno dato spazio anche ai giovani talenti: la giovane e poco conosciuta cantante Charlotte Wessels (ex To Elysium) ha contribuito a molte linee vocali dell'album. Immaginate: siete stati membri di una band per cinque anni e, quando la band finalmente sfonda, non siete in grado di raccoglierne i frutti! Ecco cosa è accaduto a Martijn Wersterholt.
Dal 1996 al 2001 è stato membro a tempo pieno dei Within Temptation, ancora oggi una delle rock band olandesi di maggior successo. Mentre suo fratello Robert e i suoi amici goth-rocker partirono alla conquista del mondo, Martijn fu costretto a lasciare la band a causa di una malattia cronica. Ma non si arrese. Non appena si rimise in forma ricominciò a scrivere canzoni.
All'inizio era solo un modo di passare il tempo, ma con l'andare del tempo il desiderio di fare musica a livello professionale divenne sempre più forte. Poco a poco il suo progetto musicale cominciava a prendere forma. Martijn stilò una lista con i nomi di alcuni musicisti di talento e cominciò a contattarli personalmente tramite telefonate e demo. Prima di quanto di aspettasse quella lista si era trasformata in un progetto di livello internazionale a cui diede il nome di Delain, lo stesso nome che aveva il regno nel racconto di Stephen King "Gli Occhi Del Drago".
Nel luglio 2005 i Delain hanno firmato un contratto discografico con Roadrunner Records, etichetta metal per eccellenza e partner perfetto dei Delain visti i contatti internazionali e la conoscenza del genere metal. Poco dopo i Delain hanno iniziato a registrare l'album di esordio in Germania, Finlandia, Svezia e Paesi Bassi con Oliver Phillips e lo stesso Martijn come produttori, mentre Stefan Helleblad (Opeth, Rammstein e Dark Funeral) si è occupato del mixaggio.
L'eccezionalità dei Delain sta nell'unicità del progetto . Molti musicisti e cantanti hanno lasciato in "Lucidity" l'impronta della loro musica. “Volevo favorire l'interazione tra musicisti diversi,” afferma il leader del progetto Martijn. Ma nonostante il suo ruolo di rilievo, Martijn ha lasciato ampio spazio per i contributi personali.
“Penso che sia importante creare un'atmosfera positiva in studio. Anche se ero io ad avere l'ultima parola una volta completato il lavoro, ho cercato di trattenermi, impedendo al mio ego di prendere sopravvento.” Nonostante i Delain siano, prima di tutto, un progetto, Martijn e la cantante Charlotte Wessels costituiscono il cuore della band.
Martijn ha scritto la maggior parte dei brani, ma è la voce caratteristica di Charlotte a dare un'identità unica ai Delain. La sua voce serena, dal suono pop, si discosta dalle linee vocali liriche tipiche del genere gotico. Martijn ha incontrato l'allora diciottenne Charlotte per caso. Non stava cercando una cantante a quel tempo, così le chiese solo di scrivere alcuni testi e linee vocali. Ma quando la sentii cantare alcuni brani in studio rimase talmente colpito da chiederle immediatamente di entrare a far parte dei Delain.
Lucidity presenta anche alcuni duetti molto interessanti: Liv Kristine duetta con Marko Mielata in “Day For Ghosts” e con Charlotte in “See Me In Shadow”. La voce caratteristica di Sharon den Adel si abbina perfettamente alle intense linee vocali di Marko nel brano “No Compliance”, mentre in altri brani i duri growl di George Oosthoek si fondono divinamente con la voce tranquilla di Charlotte. Nonostante, o forse a causa, della diversità musicale e vocale dell'album, le tracce di "Lucidity" creano un'unità affascinante.
Caratteristiche musicali dei Delain sono le tastiere appariscenti, i cori ampollosi e i cambiamenti di tempo, a cui si aggiungono chitarre pesanti, ritmi serrati di batteria e bellissime melodie. “Amo la musica bella, malinconica, potente, persino euforica. Ma la cosa più importante, per quanto mi riguarda, è l'atmosfera di un brano,” spiega Martijn.
"Lucidity", uscito nel Benelux il 4 settembre, è subito entrato alla posizione 43 della Top 100 tedesca – risultato eccezionale per un album metal – ed ha ottenuto ottime recensioni. La band ha anche registrato il video del primo singolo, “Frozen”, in Germania. Questo brano presenta tutti gli elementi caratteristici dei Delain: ritornello orecchiabile, riff pesanti, assolo di chitarra e coro, il tutto condito da intervalli più tranquilli e melodici.
Ormai il progetto Delain è diventato una vera e propria band. In occasione dei prossimi live, Martijn e Charlotte saranno affiancati da Ronald Landa (chitarra, growl/voce), Ray van Lente (chitarra), Rob van der Loo (basso) e Sander Zoer (batteria). La stessa lineup scriverà e registrerà il prossimo album. Martijn: “Continueremo comunque a lavorare con musicisti guest perché lavorare con gente nuova darà sempre più entusiasmo ed ispirazione al gruppo.” Il 2007 promette di essere un anno molto intenso per i Delain. In primavera "Lucidity" uscirà in Francia ed in Germania. La band partirà per un tour molto impegnativo che toccherà anche i principali festival nazionali ed internazionali. I Delain hanno recentemente vinto un Essent Award, uno dei più importanti music award in Germania, e ciò ha permesso loro di farsi pubblicità e di ottenere un buon sostegno finanziario. “Per noi vincere questo premio non è solo un segno di apprezzamento, ma anche una forma di riconoscimento e di incoraggiamento,” afferma Martijn. “È fantastico poter mettere questo premio nel curriculum della band a solo sei mesi dall'uscita dell'album.”