Dido

Dido: ultimi video musicali

Take You Home

Video Musicali

Friends

Video Musicali

Give You Up

Video Musicali

Sand In My Shoes

Video Musicali

Don't Believe In Love

Video Musicali

Here with Me

Video Musicali

Thank You

Video Musicali

Here with Me

Video Musicali

Dido

Un angelo che fluttua tra pop, trip-hop e geniali cattivoni rap.
Dido (nome di battesimo: Florian Cloud De Bounevialle Armstrong) è la sorella di Rollo, DJ e produttore rinomato, oltre che deus ex machina del combo trip-hop Faithless. Il nome con cui è nota, scelto dalla madre poetessa, richiama alla mente Didone, la mitica regina di Cartagine di cui si narrano nell'Eneide l'amore e il suicidio.
Nata nel giorno di Natale del 1971, cresciuta studiando e ascoltando musica classica, a cinque anni è già alle prese con il flauto dolce, mentre a sei inizia a frequentare la London Guildhall Shool Of Music dove si perfeziona in pianoforte e violino.
Entra in un ensemble di musica classica con cui gira l'Inghilterra, si iscrive alla facoltà di Legge, ascolta i dischi poco ortodossi del fratello (Clash, Gregory Isaac), si infatua di Ella Fitzgerald e canta in alcune band locali, prima di entrare a far parte, nel 1995, proprio dei Faithless, con il ruolo di seconda vocalist. Dido si abitua a nuovi suoni, alle seduzioni dell'elettronica e al successo: "Reverence" (1996) dei Faithless vende 5 milioni di copie in tutto il mondo. Dido, in seguito, canterà in un altro disco dei Fatihless, "Sunday 8pm" (1998).
Comincia a lavorare su materiale proprio, intessendo trame eteree adatte alla sua voce, troppo seducente per passare inosservata: nel 1997 viene contattata dalla Arista tramite Clive Davis. Iniziano così i lavori dell'album di debutto "No Angel", prodotto da lei stessa e dal team formato da Rollo, Rick Nowels e Youth, ex bassista dei seminali Killing Joke. Pubblicato nel giugno del 1999 negli Stati Uniti, l'LP arriva in Inghilterra solo un anno dopo.
Dido va in tour con Lilith Fair, ma il disco, inspiegabilmente, scivola via senza increspare nemmeno una piccola onda di interesse, pressoché ignorato sia in Inghilterra che in America. "No Angel" esplode solo a distanza di un anno dalla sua uscita. Prepara il terreno il brano "Thank You", che viene inserito nella colonna sonora del film "Sliding Doors" (1998), poi "Here With Me" diventa la sigla che per ben 18 mesi accompagna la serie televisiva "Roswell". Ma il ruolo di mentore spetta a Eminem, che, invaghitosi della sua voce, porta definitivamente alla ribalta la giovane chanteuse elettronica, campionando la prima strofa di "Thank You" e costruendoci attorno "Stan", una delle perle del fortunatissimo "The Marshall Mathers LP" (2000).
Di colpo, il mondo fa ammenda della sua colpevole distrazione e Dido diventa una stella internazionale (compare addirittura in televisione, in programmi dall'audience titanica come Late Show di David Letterman e gli spettacoli di Jay Leno). Nel gennaio del 2001 "No Angel", che arriverà a vendere 3 milioni di copie dominando in molti paesi l'annata discografica, viene ri-pubblicato in edizione speciale e si piazza in cima alle classifiche. I due singoli estratti, "Here With Me" e ovviamente "Thank You", gravitano entrambi in zona podio; meno bene vanno "Hunter", il singolo pubblicato in autunno, e "All You Want", singolo natalizio stampato però in un numero contenuto di copie. Intanto, Dido ha partecipato ancora una volta ad un disco del fratello, "Outrospective".
A novembre esce un'altra edizione a tiratura limitata di "No Angel" e Dido vince agli MTV Europe Music Awards come miglior artista emergente. Nel febbraio 2002 conquista anche due Brit Award (miglior artista donna e miglior disco inglese) e il mese dopo tre World Music Award. Il resto dell'anno è colmo di collaborazioni e uscite discografiche: "One Step Too Far", singolo inciso con i Faithless; "I'm Not A Girl, Not Yet A Woman" di Britney Spears, scritta in parte proprio da Dido; "Dub Be Good To Me", cover della hit firmata dai Beats International nel 1990, registrata ancora con i Faithless per il disco di beneficenza "1 Love" di War Child. Dido compare anche nella canzone "Feels Like Fire", contenuta in "Shaman" di Santana.
Intanto, la cantante inglese si mette all'opera per preparare il seguito di "No Angel": impermeabile alle pressioni esterne, lavora con calma su piano e chitarra, lontano da Londra, immersa nelal campagna inglese e sempre con il supporto prezioso di Rollo. Il nuovo LP "Life For Rent" è pronto nell'estate del 2003 e viene pubblicato a fine Settembre: il singolo "White Flag" con il suo pop in perfetto stile Dido apre la strada alla scalata delle classifiche per il secondo album della cantante inglese. Un disco che non si allontana dal precedente se non nella maggiore varietà di stili, dal folk al rock, dall'hip hop alla dance, con moltissimo pop, sempre cantati con la solita voce raffinata e aggraziata. Un bel disco di perfezionamento, che Dido ha voluto ideare e realizzare in totale autonomia e dal quale come sempre emergono come perle rare i testi intimi e romantici, capaci di raccontare storie personali e ipnotizzare con la loro dolcezza.
L'album è un successone: debutta al numero 1 della chart UK, arriva in vetta alle classifiche di tantissimi altri paesi e il singolo "White Flag", il cui video vede protagonista il tenebroso David Boreanaz (Angel di Buffy), va davvero alla grande. Nel 2004 la cantante è impegnata in un tour mondiale durante il quale viene registrato anche il DVD "Dido Live" che esce durante l'estate dell'anno successivo.
Nel 2005 Dido, oltre a partecipare al mega evento Live 8, divide il palco con Youssou N'Dour per due sorprendenti duetti ("Thank You" e "Seven Seconds") e partecipa al disco "Dafe From Harm" dei Dusted, side project del fratello, sia in veste di cantante "Time Takes Time", "Hurt U" e "Winter" che come co-autrice per tre brani. A ottobre però è ora di mettersi al lavoro su nuovo materiale.
Per il follow up del disco del 2003 Dido decide di trasferisci da Londra a Los Angeles dove collabora con gente del calibro di Jon Brion, Brian Eno, Mick Fleetwood, e l'immancabile fratello Rollo. Tra il 2006 e il 2007 la data di uscita del disco viene annunciata e smentita innumerevoli volta, ma è solo ad agosto del 2008 che arriva la notizia ufficiale: l'album vedrà la luce a novembre con il titolo "Safe Trip Home". Giusto per dare un assaggio del disco in arrivo nel frattempo viene reso scaricabile dal sito ufficiale della cantante il brano "Look No Further".