Emma Bunton

Emma Bunton: ultimi video musicali

Ill Be There

Video Musicali

Downtown

Video Musicali

Free Me

Video Musicali

Crickets Sing For Anamaria

Video Musicali

All I Need To Know

Video Musicali

What Took You So Long

Video Musicali

TAKE MY BREATH AWAY

Video Musicali

Were Not Gonna Sleep Tonight

Video Musicali

Emma Bunton

Baby Spice crescono.
Emma Lee Bunton nasce da una famiglia proletaria a East Finchley, nei dintorni di Londra, il 21 gennaio 1976. Già da bambina mostra precoci doti da performer, studia alla Sylvia Young Theatre School (con qualche fatica, viste le finanze dei genitori che per di più si separano quando lei ha 11 anni), poi nel 1992 passa alla scuola di teatro del Barnet Technical College. Comincia a lavorare come modella e attrice soprattutto nella pubblicità.
Nel 1994 la sua vita cambia in modo sorprendente. Partecipa a un casting di Chris Herbert, che cerca giovani ragazze per formare una band. Emma conquista un posto, insieme a Geri Halliwell, Victoria Adams, Melanie Brown e Melanie Chisholm. E voilà, ecco le Spice Girls (all'inizio si chiamano Touch), che nel 1995 cambiano etichetta e manager, affidandosi a Simon Fuller, e un anno dopo sfondano nelle classifiche di tutto il mondo piazzando diversi milioni di copie del debutto "Spice". Il fenomeno Spice Girls macina successi fino al 1998, quando Geri lascia le compagne e intraprende la carriera solista. Le quattro rimaste fanno uscire un ultimo disco, "Forever", e poi – pur continuando formalmente a costituire un gruppo – si danno da fare ognuna per i fatti suoi.
Emma si balocca con l'idea di recitare nel musical "Chicago", poi torna alla musica e nel 1999 esordisce come solista insieme ai Tin Tin Out con "What I Am", cover del successo di Edie Brickell & The New Bohemians datato 1988. Intanto si spertica in duetti (con Ronan Keating, Victoria Adams, Dane Bowers degli Another Level) e presenta programmi televisivi (come l'omonimo Emma su ITV, o l'edizione estiva di CD:UK).
Nel 2001 arriva il singolo "What Took You So Long?", che anticipa l'album "A Girl Like Me": non sarà un disco sfasciaclassifiche, ma si comporta più che discretamente e dimostra a tutti che Emma può farcela anche da sola, nonostante gli alti e bassi del dopo-Spice.
Divorziata dalla Virgin e tornata alle cure del manager Simon Fuller, nei mesi che seguono confeziona la sua nuova immagine da sofisticata sexy-diva tascabile e perfeziona il suo stile musicale, che recupera gli anni Sessanta (il suono Motown su tutto) e li lustra con la tecnica e il gusto del Terzo Millennio; i compagni d'avventura sono Cathy Dennis (autrice per Celine Dion, Britney Spears, Kylie Minogue) e i produttori Mike Peden (Liberty-X), Ray Hedges (Cher, Boyzone) e Henry Binns dei quotatissimi Zero 7.
Sul finire del 2003 esce il singolo "Free Me", seguito da altri tre nel 2004: "Maybe", "I'll Be There" e la cover "Crickets Sing For Anamaria". A febbraio tocca al disco, intitolato anch'esso "Free Me": per i fan è la consacrazione, per la stampa e i perplessi una piacevole sorpresa.