Finley Quaye

Finley Quaye: ultimi video musicali

Spiritualized

Video Musicali

Ultra Stimulation

Video Musicali

Your Love Gets Sweeter

Video Musicali

When I Burn Off Into The Distance

Video Musicali

Its Great When Were Together

Video Musicali

When I Burn Off Into The Distance

Video Musicali

When I Burn Off Into The Distance

Video Musicali

Ultra Stimulation

Video Musicali

Finley Quaye

Quando lo scozzese Finley Quaye fa il suo ingresso sulla scena musicale britannica, nel 1997, è visto con sospetto: essere zio di Tricky nonché fratello del chitarrista Caleb Quaye, agli occhi della gente fa di lui un sicuro raccomandato. Ma questa spiacevole etichetta gli si stacca di dosso quasi subito: nella musica il nepotismo non paga perché alla lunga la gente riconosce i brocchi dai cavalli di razza. E Finley, che non sarà eclettico come quel genialoide di suo nipote, un brocco non lo è per niente.
I veri motivi a convincere la label Haiku a puntare su di lui sono infatti la voce vellutata e la forte vocazione soul.
Dopo aver collaborato con A Guy Called Gerald ed essere diventato amico di Iggy Pop, Quaye è pronto per il debutto del suo primo album completo ("Maverick A Strike"), pubblicato nel 1997: il successo è notevole e alla fine i brani che maggiormente colpiscono le charts e le orecchie degli ascoltatori "Sunday Shining" e "Even After All". Il suo exploit lo porta a conquistare l'anno successivo un Brit Awards come Migliore Artista Maschile del 1998, sbaragliando la concorrenza di gente come Robbie Williams e Elton John, non esattamente gli ultimi arrivati.
Segue un periodo in cui gli sforzi di Finley Quaye sono indirizzati principalmente alla raccolta di spunti e idee da sviluppare per l'album successivo. Per il resto la sua attività non è molto intensa: il progetto più ragguardevole in cui viene coinvolto sono le registrazioni del terzo album completo di Tricky ("Angels With Dirty Faces") in qualità di vocalist.
Registrato nell'arco di quattro mesi negli studi a nord di Londra, finalmente nel 2001 viene pubblicato "Vanguard", composto in tutto da 12 brani. Si tratta di un album molto semplice, in cui Finley spesso si accompagna con strumenti, come la chitarra acustica, che ne esaltano la profondità dei testi. Il singolo di riferimento è "Spiritualized", un pezzo travolgente e profondamente autobiografico sulla vita, l'amore, la crescita.
Dopo l'uscita di "Vanguard" fa seguito una serie di concerti in patria: la performance live è la parte preferita da Finley (anzi "la sola ragione per cui faccio questo mestiere", come dice lui stesso) perché solo con il confronto diretto con il pubblico si ha la vera misura di quanto si vale.
Dopo qualche tempo passato in stand by, nel settembre 2003 Finley ritorna a cavalcare le scene del musicbiz con un progetto interessante:"Dice", un duetto con la voce cult di Beth Orton e con William Orbit alla produzione. Il singolo anticipa di un paio di settimane, "Much More Than Much Love", il terzo disco completo fino a questo momento pubblicato dallo zio di Tricky. L'album, caratterizzato da una forte componente soul 'sporcato' col reggae, raccoglie molti consensi da parte della critica, accrescendo ulteriormente la sua credibilità di artista nel panorama britannico e europeo.