Gianna Nannini

Gianna Nannini: ultimi video musicali

Cinema

Video Musicali

Fenomenale

Video Musicali

Lontano dagli occhi

Video Musicali

L'immensità

Video Musicali

In the rain

Video Musicali

Scegli me

Video Musicali

Nostrastoria

Video Musicali

Mai Per Amore

Video Musicali

Gianna Nannini

Gianna Nannini è la rockeuse italiana per eccellenza.
Gianna nasce a Siena il 14 giugno 1956 (è la sorella maggiore del pilota Alessandro). Come ogni suo concittadino, cresce con la passione del Palio, tifando per la Contrada dell'Oca. Frequenta il liceo scientifico e studia pianoforte al Conservatorio Luigi Boccherini di Lucca, che lascia nel 1974. L'anno successivo si trasferisce a Milano, dove studia composizione con Bruno Bettinelli; nella chitarra e nel canto è autodidatta. Dopo l'esperienza nella band Flora Fauna & Cemento, la Ricordi le offre un contratto discografico e nel 1976 vede la luce il suo album d'esordio, "Gianna Nannini".
Il secondo disco, "Una Radura" (1977), è frutto della sua esperienza di collaborazione con la PFM e del contatto con la scena rock-jazz milanese, mentre "California" (1979) nasce dalla scoperta del rock a stelle e strisce. Con il singolo "America", la Nannini ottiene per la prima volta una posizione in classifica.
Nel 1981 è in piena attività: prima alle prese con la colonna sonora di "Sconcerto Rock", un film di Luciano Mannuzzi, poi intenta a produrre un altro album, "G.N.", con l'aiuto del musicista-compositore dell'avanguardia milanese Roberto Cacciapaglia. Infine avviene il primo contatto con Peter Zumsteg, manager di calibro internazionale che starà a lungo al suo fianco.
Dalla collaborazione con Conny Plank (produttore della crème de la crème degli anni '80, come Kraftwerk, Ultravox, Eurythmics e Devo) nasce il quinto LP "Latin Lover", pubblicato nel 1982. Il legame della Nannini con il mondo del cinema si rafforza quando, nel 1983, interpreta Titania in "Sogno Di Una Notte D'Estate" di Gabriele Salvatores, per il quale firma anche una parte della colonna sonora. La sua natura di live-rocker la porta in giro su numerosi palchi; da segnalare le performance insieme a Police, Kid Creole & The Coconuts e Little Steven in Germania.
Trainato dal singolo "Fotoromanza" – destinato a vincere il Festivalbar, Vota la Voce e il Telegatto d'Oro, accompagnato da un video che porta la firma di Michelangelo Antonioni – nel 1984 esce "Puzzle", a cui segue una serie di concerti europei che riscontrano un grande successo. In Italia la forza dirompente di Gianna calamita trecentomila spettatori in quaranta date. Da quella tournée nasce il primo disco live, insieme a The Primadonnas, intitolato "Tutto Live".
Instancabile, la rocker toscana produce il suo sesto LP, "Profumo", che esce in tutta Europa nel 1986. Poi, il 1° maggio 1987, una data storica: insieme a Sting e a Jack Bruce canta una selezione di brani di Bertold Brecht e Kurt Weill alla Schauspielhaus di Amburgo, di fronte a una platea gremita. Lo show viene trasmesso dalla RAI e da diversi canali televisivi europei. Intanto "Profumo", a dodici mesi dall'uscita, si conferma come il suo maggior successo discografico. Gianna è inarrestabile: a ottobre, al World Popular Song Festival di Tokyo (dove riceve il Premio d'Oro) viene presentato in anteprima mondiale l'inedito "I Maschi", prodotto da Armand Volker, a cui segue la compilation "Maschi E Altri" che vende oltre un milione di copie in Europa.
Nel 1988 viene pubblicato "Malafemmina", prodotto con Alan Moulder (fautore del sound di Jesus And Mary Chain, Smashing Pumpkins, Nine Inch Nails). Un anno dopo Gianna è in studio a registrare "Un'Estate Italiana", pezzo cantato e scritto insieme a Edoardo Bennato con la produzione di Giorgio Moroder, che sarà la sigla dei Mondiali di Calcio Italia '90. I diritti d'autore del testo vanno ad Amnesty International.
La fama internazionale la avvicina a Dave M. Allen (produttore dei Cure) che nel 1990 si mette alla regia artistica del suo nuovo album "Scandalo". Subito dopo la pubblicazione, Gianna conferma la sua caratteristica portata d'urto come animale da palco riempiendo diversi stadi europei. La tournée continua trionfale per tutto il 1991, quando la Nannini arriva in Italia (dopo 7 anni di assenza dagli stage di casa nostra): ne consegue la realizzazione dell'album live "Giannissima".
Dopo un anno di gestazione, nel 1993 esce "X Forza E X Amore", registrato fra Milano e Londra: l'impatto dell'album è tale che per un'intera giornata il network radiofonico Radio Italia cambia il proprio nome in Radio Baccano, titolo del primo singolo tratto dal disco. La canzone, nel rap finale, vede la partecipazione straordinaria di Jovanotti. L'Extravaganza Club Tour, organizzato usando esclusivamente energia solare, segna l'inizio della sua collaborazione con gli attivisti di Greenpeace.
L'impegno sociale della Nannini si accentua l'anno successivo con un concerto di solidarietà per gli immigrati al quale partecipano Pino Daniele, Jovanotti e Luca Carboni, e con la partecipazione al concerto del 1° Maggio. Intanto Gianna si laurea in filosofia (dopo 14 anni fuori corso, ma con la lode) mentre prepara "Dispetto", pubblicato nel 1995 insieme al singolo "Meravigliosa Creatura".
Il 4 luglio il suo attivismo con Greenpeace la porta a un atto estremo: insieme a un gruppo di manifestanti si arrampica sul balcone dell'ambasciata francese a Roma e si esibisce in un concerto di protesta contro la ripresa degli esperimenti nucleari a Mururoa. Poi, show 'standard' in giro per i festival europei, il concerto per il Tibet con Timoria e Nomadi, e la decisione di pubblicare l'antologia "Bomboloni" (1996). Nel 1998 esce "Cuore" (1998), prodotto da Fabrizio Barbacci (Ligabue, Negrita). Il tour promozionale si conclude trionfalmente a Torino quando, il 31 dicembre 1999, Gianna suona di fronte a 500 mila persone mentre celebra la nascita del Nuovo Millennio.
E il Nuovo Millennio sembra presentarsi sotto i migliori auspici, portando alla realizzazione della colonna sonora di "Momo Alla Conquista Del Tempo", il film d'animazione di Enzo d'Alò, e al ritorno alla collaborazione con Volker per un nuovo album di inediti. Nella primavera del 2002 la Nannini pubblica "Aria", con i testi della scrittrice Isabella Santacroce.
Nel 2004 l'artista pubblica "Perle", un'antologia dei migliori successi riarrangiati dal producer Christian Lohr, con la partecipazione del Solis String Quartet. Non è un best of: lei lo definisce "un disco di cover di me stessa" (a parte il singolo, "Amandoti" dei CCCP). Tuttavia, negli ultimi anni la Nannini è scivolata fuori dall'attenzione mediatica. Gianna comunque non si ferma, crede sempre nell'impegno personale in prima linea e compie due viaggi a Bagdad, per toccare con mano la tragica situazione irachena post 11 settembre. In questo periodo ha problemi di equilibrio: sarà la pratica del Tai Chi a farle ritrovare la serenità.
Nel luglio 2005 esce l'autobiografia "Io". Nel frattempo partecipa come guest star a "Sanctuary", nuovo album di Alexander Hacke degli Einsturzende Neubauten. I tempi sono maturi per tornare in studio e lavorare al nuovo disco: annunciato dal singolo "Sei Nell'anima", a gennaio 2006 esce "Grazie", prodotto dalla stessa autrice in collaborazione con Will Malone (Madonna, Iron Maiden).
È l'inizio di una seconda primavera artistica: "Grazie" vince il Festivalbar e riporta la Nannini in vetta alla classifica (venderà nel 2006 400mila copie), "Sei Nell'anima" ha una risonanza pazzesca così come il secondo singolo "Io". Nel 2007 duetta con Paolo Conte in "Elisir", inserita nel disco "Danson Metropoli - Canzoni Di Paolo Contez" degli Avion Travel. Intanto, dopo sette anni di lavoro e documentazione, Gianna ha concluso la composizione dell'opera rock "Pia De' Tolomei", che viene presentata a Sanremo e poi esce come disco ("Pia Come La Canto Io"), prima della messa in scena teatrale nel 2008. Il 2007 è anche l'anno di "GiannaBest", un fortunato best of con 26 successi e tre inediti, tra cui "Suicidio D'amore".
Nel 2008 la Nannini si toglie un'altra soddisfazione: la sua "Colpo Di Fulmine", cantata da Gio Di Tonno e Lola Ponce, vince il Festival di Sanremo. Poi Gianna si rimette in pista per una sessione di concerti sold out nei palazzetti d'Italia.
Nel 2009 esce il bellissimo album "Giannadream" (Solo I Sogni Sono Veri), che ancora una volta si avvale della collaborazione di Wil Malone. Contiene 10 canzoni inedite: qui il rock, una volta di più, si apre alla melodia sinfonica