Gomo

Gomo

Il pop portoghese non ha la saudade, ma camionate di ironia.
Gomo nasce a Lisbona nel gennaio 2001, quando l'autore-compositore Paulo Goveia, membro degli Orange, decide che è arrivato il momento di buttarsi in un progetto che esplori un genere di sound estraneo alla sua band. Con un equipaggiamento di tre tastiere usate (due Hammond e un Gem), Paulo comincia a suonare una musica dal ritmo inequivocabilmente allegro, lontana dalla malinconia del pop portoghese, cantata in inglese e con testi al limite del demenziale. Le prime composizioni sono "You Might Ask" e la spiritosa "Proud To Be Bald", che invia ad Antena 3 e a Radio Comercial. Il responso dei Dj è ottimo e i brani vengono mandati in airplay nell'inverno-primavera 2001.
L'accoglienza di pubblico e critica incoraggiano Gomo a continuare sulla sua strada e realizzare il terzo singolo, "Be Careful With The Train", che rallegra la tv portoghesi con un video colorato e finisce anche in una raccolta della Optimus. L'estate è foriera di concerti in tutto il Portogallo, tra cui gli importanti festival di Vilar de Mouros, Sudoeste e Paredes de Coura e il Palco 6, al Parque das Nações di Lisbona.
Il lavoro successivo è "It's All Worth It For The Summer", che entra nella Top 30, mentre per il Natale 2001 Gomo si inventa il brano provocatorio "Santa's Depression". Paulo è ormai un prospetto interessante, visto che le riviste Blitz e Y lo inseriscono tra le grandi sorprese del 2002 e Dnmais vota "Santa's Depression" il miglior pezzo dell'anno. "O Ser Português" entra nella compilation "Mundial 2002 – CD Não Oficial".
Continuano le esibizioni nei locali e festival, che aiutano Gomo a mettere a punto uno spettacolo ricco di momenti divertenti, immagini proiettate su schermi (grazie alla collaborazione con Antidote), dinamismo e buona musica: un set mai visto in Portogallo. Il debutto su Cd è ormai la tappa successiva e Gomo si chiude nei MBestúdios nell'estate 2003 per registrare in cinque mesi il materiale di "Best Of Gomo", che esce nel febbraio 2004, anticipato dal singolo "Feeling Alive". L'album è prodotto da Mário Barreiros, considerato il migliore producer del Portogallo, e vede la partecipazione di Pedro Oliveira (voce dei Sétima Legião), dello stesso Barreiros alla batteria, basso e chitarra, e di molti musicisti che hanno suonato con Paulo fin dagli inizi. Allegro, ballabile, pieno di trovate umoristiche, il Cd raccoglie i brani più famosi di Gomo e riceve recensioni inaspettate dalla stampa specializzata: Rolling Stone ("Intelligente, talentuoso"), Melody Maker ("Si spera che sia solo il primo episodio di una lunga serie"), Nme ("Un suono delicato, seduttore e pieno di personalità"), Guitar player ("Un surfista urbano con un electro-pop a combustione nucleare").