Gonzales

Gonzales

Professione: buffone underground con il gusto del bizzarro.
L'eccentrico ebreo noto come Chilly Gonzales nasce in Canada e una volta diventato un giullare internazionale si accasa nella rutilante e affannata Berlino Est. Sogna di diventare l'intrattenitore definitivo del futuro, mischiando hip-hop, lounge, funk e fraseggi rap ispirati a Groucho Marx. La passione per la musica nasce con le lezioni di pianoforte dei genitori e del fratello secchione e rampante, che più tardi riuscirà a procurargli la scrittura per alcune colonne sonore di film hollywoodiani (realizzate sotto variopinti pseudonimi). Intanto Gonzales coltiva l'arte della produzione, che lo porta a imbarcarsi in curiosi mix stilistici.
Negli anni seguenti si fa notare per le sue bizzarre esibizioni live e si guadagna per un certo periodo, insieme al compagno di merende Peaches, il titolo di 'Bonnie & Clyde del rap demenziale'. "Gonzales Uber Alles" (2000), condito di surreali pastiche sonore, è l'acclamato disco di debutto, a cui segue "The Entertainist" (2000): un titolo che è una dichiarazione d'intenti.
Chilly concorre – così si dice - alle elezioni di presidente dell'underground berlinese che si concludono, ovviamente, con la sua vittoria. Per celebrare il successo pubblica "Presidential Suite" (2002): melodico, un po' malinconico, sarcastico, assurdo. Un adorabile party di festeggiamento.