Grizzly Bear

Grizzly Bear: ultimi video musicali

Grizzly Bear - Losing All Sense

Video Musicali

Grizzly Bear - Mourning Sound

Video Musicali

Grizzly Bear - Neighbors

Video Musicali

Grizzly Bear - Neighbors

Video Musicali

Grizzly Bear - Four Cypresses

Video Musicali

Grizzly Bear - Mourning Sound

Video Musicali

Grizzly Bear - Three Rings

Video Musicali

Grizzly Bear - Two Weeks

Video Musicali

Grizzly Bear

Nascono per caso, diventano maledettamente seri.
Comincia tutto nella cameretta del chitarrista e cantante Edward Droste, che quasi per gioco mette insieme un album da far ascoltare agli amici, però fa le cose così bene da procurare un inaspettato successo nel giro del rock indipendente di New York.
È in questo modo che nel 2004 nascono i Grizzly Bear.
All'inizio accanto a Droste c'è solo il batterista e cantante Christopher Bear, che alle spalle ha esperienze molto varie (dall'elettronica al free jazz) e che entra nel progetto giusto in tempo per contribuire agli ultimi ritocchi del disco 'per gli amici' (il cui titolo è "Horn Of Plenty").
Il risultato è talmente buono da conquistare velocemente la scena alternative e da propiziare il contratto discografico con Kanine Records (che ripubblica l'album). Inoltre, siccome è più facile suonare dal vivo in quattro piuttosto che in due, nel giro di poco tempo la formazione si allarga: accanto a Droste e Bear arrivano il cantante, chitarrista e compositore Daniel Rossen e poi Christopher Taylor, che oltre a cantare suona il basso, strumenti a fiato come il clarinetto e si occupa di elettronica varia.
Entro la fine del 2004 c'è abbastanza carne al fuoco per ricevere i complimenti del magazine Rollig Stone, che giura di essere rimasto ipnotizzato dalla loro musica intima, seduttiva, un po' lo-fi e un po' anti-folk. Insomma, roba buona.
L'anno successivo, nel 2005, Kanine Records approfitta del successo per ripubblicare "Horn Of Plenty", questa volta in modalità doppio CD (il secondo è un remix album che vanta interventi di Solex, Dntel e altri).
Nel settembre del 2006 arriva il secondo disco di materiale originale, il primo realizzato come quartetto. Si tratta di "Yellow House", che viene pubblicato da Warp Records a partire da un master registrato in proprio dalla band (a casa della mamma di Droste).