Il Divo

Il Divo
  • Rock
  • I divi della pop-opera. Nel 2001 al produttore Simon Cowell viene l'idea di creare una boyband con una [... altro]

Wicked Game (Melanconia)

I divi della pop-opera.
Nel 2001 al produttore Simon Cowell viene l'idea di creare una boyband con una caratteristica davvero singolare: i membri avrebbero dovuto essere cantanti lirici. Inizia così la ricerca in tutto il mondo, ascoltando un numero imprecisato di aspiranti divi. Dopo tre anni di audizioni finalmente nascono gli Il Divo. La line up è composta da tenori provenienti da paesi diversi: David Miller (nato il 14/4/1973 a San Diego) dagli USA, Sebastien Izambard (7/3/1973, Parigi) dalla Francia, Urs Toni Buhler (19/7/1971, Lucerna) dalla Svizzera e Carlos Marin (13/10/1978) dalla Spagna.
I quattro ragazzi, tutti diplomati in importanti conservatori tranne Sebastien, trovano subito il giusto affiatamento e alla fine del 2004 pubblicano l'omonimo album di debutto. Il CD contiene brani cantati in inglese, spagnolo e italiano, tra cui spiccano una versione spagnola di "Unbreak My Heart" di Toni Braxton, "Passerà", pezzo che Aleandro Baldi presentò sul palco di Sanremo, e "Nella Fantasia" che riprende "Gabriel's Oboe", tema scritto da Ennio Morricone.
Dopo aver venduto oltre 5 milioni di copie ed essersi esibiti in giro per l'Europa, il gruppo torna in studio di registrazione per preparare il secondo album. "Ancora" esce nel 2005 ed è subito un successone. Ormai gli Il Divo sono un vero fenomeno. Il disco debutta al numero uno in Inghilterra, Spagna, Australia, Hong Kong e Nuova Zelanda e vende 1.500.000 copie nel mondo in tre settimane. Il tour mondiale parte alla fine del 2005 e, dopo una prima parte in America e Australia, i divi approdano in Europa per oltre trenta date, tra marzo e maggio 2006, facendo tappa anche in Italia.
Sempre nel 2006 la band si esibisce alla cerimonia di apertura e di chiusura dei Mondiali di calcio eseguendo l'inno ufficiale "The Time Of Our Lives" insieme alla cantante R&B Toni Braxton e prendendo anche parte al tour nordamericano di Barbra Streisand.
Tra un concerto e l'altro i ragazzi trovano anche il tempo per lavorare al loro nuovo disco. A novembre "Siempre" arriva sugli scaffali dei negozi e balza subito in vetta alle classifiche di mezzo mondo diventando in men che non si dica disco di platino in tantissimi stati. Tra i 12 pezzi (come sempre cover e inediti) presenti spiccano la versione di "Have You Ever Really Loved A Woman?" di Bryan Adams tradotta in spagnolo "Un Regalo Que Te Dio La Vida" e una stupenda esecuzione di "Caruso.
Altri mille impegni e l'anno successivo i ragazzi si concedono una lunga e meritata pausa per riprendere fiato e rilassarsi in vista dei prossimi progetti. Quando si ritrovano qualcosa è cambiato: i quattro ora hanno piena coscienza del fatto che non sono quattro cantati solisti, ma una vera e propria band. Ora sono maturi e certi della via che vogliono seguire e in "The Promise" (novembre 2008) si scorge chiaramente questa nuova volontà. Il disco numero cinque della carriera dei Il Divo è infatti più complesso e ricco di sfumature dei precedenti e contiene dei pezzi incredibili come "The Power Of Love" dei Frankie Goes To Hollywood, "Winner Takes It All" degli ABBA e "La Nostra Alba", cover di "I Knew I Loved You" di Ennio Morricone.
Ovviamente parte un tour mondiale che passa anche per l'Italia e per il quale il gruppo si avvale della collaborazione del coreografo William Baker (già al lavoro con Kylie Minogue e Jamiroquai).