Il Teatro Degli Orrori

Il Teatro Degli Orrori
  • Ambizione rock. Inverno del 2005: Il Teatro Degli Orrori alza il sipario e si presenta con le idee molto [... altro]

Spazio 211, Torino

Ambizione rock.
Inverno del 2005: Il Teatro Degli Orrori alza il sipario e si presenta con le idee molto chiare. Come dice infatti il frontman Pierpaolo Capovilla, siamo "stanchi della sciatteria culturale propinata dalle grandi case discografiche, oltre che da un certo tipo di indipendenti, stanchi di tutte le canzoncine che monopolizzano radio e televisione, fatte per durare sempre e soltanto l'arco di una stagione, delle quali poi, grazie a Dio, non si sente più parlare. Il Teatro degli Orrori ha un'ambizione più grande".
Mettere in pratica l'ambizione significa elaborare un "rock moderno e alternativo, con un occhio agli amori di sempre, ovvero a Jesus Lizard e Scratch Acid e l'altro rivolto alla tradizione cantautorale italiana".
Tutto bene, ma se punti in alto te lo devi permettere, altrimenti il rischio è di precipitare rovinosamente. Pericolo scampato, perché Il Teatro Degli Orrori raggruppa quattro veterani della scena indie italiana: ci sono Pierpaolo Capovilla (frontman storico dei One Dimensional Man), Francesco Valente (batterista dell'uomo unidimensionale dopo l'uscita di Dario Perissutti), Gionata Mirai (voce e chitarra dei Super Elastic Bubble Plastic) e Giulio Favero (bassista dei One Dimensional Man e successivamente compositore e produttore di livello).
L'esordio discografico arriva ad aprile del 2007, grazie all'etichetta dei Tre Ragazzi Morti (La Tempesta Records): "Dell'Impero Delle Tenebre" condensa in tracce compatte e potenti un lungo lavoro di gestazione, durato oltre un anno fra composizione e preproduzione, più tre mesi in studio prima di arrivare al master.