Intwine

Intwine

Tulipani grunge.
Gli Intwine nascono nel 2002 durante una pausa pranzo alla Rock Academy (esiste davvero) di Tilburg, in Olanda. Sono: Roger Peterson (voce e chitarra), destinato a diventare una star, Kevin Hissink (chitarra), Jacob Streefkerk (chitarra), Touché Eusebius (basso), Rocheteao Mahuwallan (batteria), Ferdinand van Duuren (percussioni). Picchiano sodo, mischiando i Pearl Jam a un suono latino e puntando molto su percussioni robuste. Arrivano all'omonimo debutto discografico nel 2003, e qui inizia la scalata al successo. Il singolo "Happy" impazza, Peterson in un lampo si impone con una personalità mediatica pazzesca. La gente nel 2004 li vota addirittura nella poll del mitico festival Pinkpop, ma non vengono selezionati perché stimati ancora troppo acerbi. Ma è solo questione di (poco) tempo.
Nel 2004 esce il DVD live "The P.U.R.E. Session", poi "Cruel Man", il singolo che anticipa il secondo LP, si infila nelle classifiche di vendita nazionali e così fa anche "Slow Down". L'album "Perfect" (in Italia viene pubblicato nel 2005) riscuote subito un grande successo e vale alla band la sua seconda nomination agli Edison Award, dopo la prima del 2003. Questa volta i tipi del Pinkpop non possono dire di no e gli Intwine nel 2005 salgono finalmente sul tanto agognato palco. In effetti suona come una consacrazione, almeno in Olanda, dove ormai sono nel novero dei big. Adesso tocca al resto del mondo.