Jennifer Love Hewitt

Jennifer Love Hewitt

Idolo di una generazione di teenager, attrice di successo, ma soprattutto cantante: la sua passione vera è la musica.
Jennifer Love Hewitt nasce a Waco, nel Texas, il 21 febbraio 1979; il primo nome lo sceglie il fratellino Todd, il secondo la mamma (che è di origini italiane). Quando ha solo sei anni, i genitori si separano e la bambina cresce con la madre a Killeen; già da tre anni Jennifer si esibisce, come un piccolo fenomeno, alle fiere, ai rodei e alle feste di paese. Entra nel Texas Show Team, che la porta in tournée in Europa e in Russia.
Nel 1989 la famiglia si trasferisce a Los Angeles, supportando la precoce voglia di spettacolo di Jennifer, che si passa speranzosa gli uffici di tutte le case discografiche della città, fa qualche provino, ma siamo in era pre-Hanson e nessuno scrittura mocciosi. Non che una bambina di 10 anni che canta, balla il tip tap e vuole diventare una star susciti perplessità: questa è la Citta degli Angeli, qui tutti fanno showbiz, in qualunque forma. E infatti, va molto meglio la carriera di attrice: prima con spot e pubblicità, poi con una parte nella serie tv della Disney Kids Incorporated.
Nel 1992, grazie ad una congiuntura di circostanze fortunate, esce finalmente il suo primo disco, che lascia tracce labili in Occidente, dato che viene distribuito solo in Giappone. Dopo qualche altro lavoretto sfortunato, arriva il botto vero, grazie al successo della serie televisiva Party Of Five, che rimane sulla cresta dell'onda dal 1995 al 1999 (poi replica il successo con Cenerentola a New York). Sempre nel 1995, Love pubblica "Let's Go Bang", il suo debutto discografico americano, e un anno dopo si ripete con "Jennifer Love Hewitt": un disco di pop-r'n'b in cui splende una voce non comune.
Ottiene i primi blockbuster cinematografici con l'horror "So cosa hai fatto" (1997) e con il seguito "Incubo finale" (1998), due film bruttini che però riscuotono un buon successo. Sempre nel 1998 Jennifer consegue il diploma, grazie ai corsi per corrispondenza a cui è costretta a rivolgersi visti gli impegni lavorativi, che la costringono a dire di non ad alcune offerte interessanti (come "Bangkok solo andata").
Baz Luhrmann pensa a lei per "Romeo + Giulietta", poi sceglie Claire Danes. Nel 2000 presenta gli MTV Movie Awards, nel 2001 recita a fianco di Sigourney Weaver e di Gene Hackman in "Heartbreakers - Vizio di famiglia", nel 2001 interpreta il diavolo in "The Devil And Daniel Webster" (film destinato forse a non uscire mai, bloccato dai problemi economici dei produttori), con Alec Baldwin e sir Anthony Hopkins, e nel 2002 torna nelle sale con "The Tuxedo" (previsto, in Italia, per i primi del 2003), di spalla a Jackie Chan.
La carriera musicale, intanto, va a rilento, fino all'improvviso interessamento della Jive Records nel 2000, che le propone di tornare a scrivere ed interpretare canzoni. Jannifer è arrugginita, ma in breve rova mestiere e freschezza creativa primo pezzo, ribattezzato scherzosamente "The Dinsey Song", finisce a fare da tema dei titoli di "Il Gobbo di Notre Dame 2", film al quale Jennifer presta la voce come doppiatrice.
Dopo un anno, le controparti giungono alla firma del contratto e nel 2001 lei è pronta a registrare il disco. A farle da tutore c'è la songwriter e produttrice Meredith Brooks (autrice di "Bitch", grande successo nel 1997), con cui lavora intensamente alla creazione delle nuove canzoni. Finalmente, nel febbraio del 2003 esce il singolo " Can I Go Know", a cui segue in marzo l'album "BareNaked", una morbida fusione, dal sound tipicamente americano, di rock e country, filtrati dalla sensibilità di Jennifer.