Jenny Wilson

Jenny Wilson

Quando il talento porta a un privilegio: il gusto dei fare musica senza compromessi.
Jenny Wilson nasce nel 1975 in un piccolo villaggio della Svezia meridionale. Di lei si sa che cresce nel villaggio conducendo vita sana in mezzo alla natura e ai racconti della tradizione. Si appassiona presto alla musica e dopo gli studi, nel 1997 entra a far parte dei First Floor Power, formazione di indie rock che avrà un ruolo di rilievo nel rock scandinavo di fine millennio. La band, composta dal quartetto Jenny Wilson, Karl-Jonas Winqvist., Sara Wilson e Per Lager, pubblica prima diversi Ep, poi due album che riscuotono un ottimo successo di pubblico e critica: "There is hope" (2001) e "Nerves" (2003). Lo stile dei First Floor Power è fatto di rock, sperimentazione. Jenny, dopo la 'sospensione a tempo indeterminato' del gruppo nel 2003 e dopo la nascita di un figlio, continua sulla strada della musica ma vuole sviluppare un progetto solista: comincia a sperimentare in modo sempre più estremo: ad esempio in "You Take My Breath Away" suona con un coltello. Poi scrive musica per l'opera "Nattjärilen", in scena allo Stadsteater di Stoccolma. Jenny mette a punto anche il suo look da maliarda fetish.
I tempi sono ormai maturi per pensare a un album tutto da sola: nel 2004 Jenny Wilson si chiude in isolamento totale nel suo studio e ne esce un anno dopo con il nucleo del full lenght di debutto. Il titolo è "Love And Youth", prodotto dalla Rabid Records. Jenny scrive, suona, canta, produce e ingegnerizza il suono, mentre il mix è di Joachim Ekermann: ne esce un opera senza compromessi, proprio come l'artista desidera. I 12 brani raccontano storie di amore, disperazione, sesso e microgioie quotidiane. Il lavoro è sorprendente e affascinante: la Wilson mescola pop, elettronica, folk e avant garde in un impasto dai contorni assolutamente inediti e originali, tra richiami a Kate Bush, Bjork, Laurie Anderson e atmosfere dark e sognanti tipiche della musica scandinava. Si sentono le chitarre acustiche e il computer, ma anche l'arpa, il vibrafono Il lavoro entra subito nel circolo indie rock e la Wilson comincia a girare per l'Europa tenendo piccoli concerti nei locali. Da "Summertime - The Roughest Time", il primo singolo, viene tratto u video diretto da David Giese.