Jim Noir

Jim Noir

Psichedelico e rarefatto.
Suona un po' di tutto, incide tracce a casa sua, poi nel 2005 cede alla tentazione del disco lungo e manda la critica completamente fuori di testa: Jim Noir parte dal più classico dei sobborghi inglesi e conquista mezzo mondo suonando un pop che pesca a piene mani dai Beatles dell'epoca Sgt. Pepper e si lascia sedurre anche da gente tipo Supertramp, Super Furry Animals e The Beta Band.
Alan Roberts, questo il suo vero nome, nasce nella tarda estate del 1982 nella sonnecchiante Davyhulme, sobborgo di Manchester. Si appassiona alla musica praticamente da subito e ai tempi delle elementari è già un piccolo mattatore dei concerti organizzati dalla scuola. È in questo periodo, fra l'altro, che scopre di andare d'accordissimo col compagno di classe Batfinks: leggenda vuole che insieme abbiano reso indimenticabile l'assemblea scolastica del 1991 con una riedizione di "In Yer Face" degli 808 State.
Sia come sia, qualche anno dopo l'idea è quella di fare della musica una professione.
E allora via con le incisioni casalinghe, cantando e suonando tutto quello che c'è da suonare, dalla chitarra, al basso, alla batteria elettronica, alle tastiere.
Nel 2003 Jim Noir ha già un sacco di lavoro pronto e quando incontra la nascente My Dad Recordings la convince a scommettere su di lui (nonostante si vesta in modo assai stravagante. O forse anche grazie a questo).
Finisce che in meno di un anno vengono pubblicati ben 3 EP: "Eanie Meany" (dicembre 2004), "My Patch EP" (marzo 2005) e "A Quiet Man EP" (agosto 2005).
Finisce anche che la critica alza le antenne e comincia a lodare il menestrello di Manchester. Stessa cosa fa il pubblico, che talvolta in quanto a orecchie buone non è da meno della critica.
E allora succede quello che ogni esordiente sogna: tutti e tre gli EP vanno esauriti, diventando oggetti da collezione e raggiungendo cifre mica male. My Dad Recordings capisce da che parte gira il vento e decide di pubblicare l'esordio lungo, raggruppando il meglio degli EP insieme a qualche traccia nuova (perché i fan è un po' che le chiedono). Per l'occasione Jim Noir viene affiancato in sala di registrazione da Jack Cooper (chitarra e cori), Phil 'Fingers' Anderson (tastiere e cori), Milo Scaglioni (basso) e Ian Smith (batteria).
Il risultato è "Tower Of Love", che esce in patria a dicembre del 2005 e nel resto del mondo a partire dall'inizio del 2006 (negli Usa Jim Noir firma con Barsuk Records). Sempre nel 2006 la fama della sua musica fa un sensibile balzo in avanti quando Adidas sceglie il brano "Eanie Meany" come colonna sonora delle pubblicità realizzate in occasione dei mondiali di calcio.
"Ora ho il mio personale castello – commenta Noir – c'è molta più gente che sostiene di essermi amica e il mio ego cresce ogni giorno del 2%. A parte questo la mia vita non è cambiata per niente". Il nuovo status acquisito influisce sul lavoro dell'artista, l'omonimo "Jim Noir" che viene pubblicato nella primavera del 2008 e viene accolto dalla critica come un piccolo capolavoro pop.