Jolie Holland

Jolie Holland

Una cantautrice d'altri tempi.
Questa è, in due parole, la dimensione di Jolie Holland. Un'artista capace di cantare, suonare violino e chitarra acustica e, cosa molto più difficile, di piacere tanto ai critici, al pubblico e ai grandi bluesman e folk singer americani. Tom Waits, Nick Cave, Will Oldham, Victoria Williams – ad esempio - non hanno esitato a lodare pubblicamente le doti non comuni della performer texana.
In quel di Houston, fin dalla più tenera età, Jolie si diletta a cantare, suonare e scrivere testi con la vocazione di chi fin dalla nascita è predestinata. Dimostra una padronanza di pianoforte, chitarra e violino decisamente sorprendente per un'adolescente. Negli anni '90, dopo qualche tempo speso a vagabondare in compagnia di artisti circensi, la nuova casa della ragazzina prodigio diventa San Francisco. Ma è a Vancouver che contribuisce a fondare il collettivo neo-folk Be Good Tanyas, con cui nel 2001 firma l'album "Blue Horse".
Tornata a San Francisco, l'intraprendente ragazza sforna una serie di apprezzatissimi demo che in poco tempo raggiungono gli ambienti musicalmente più "caldi" della città. Il nome di Joey comincia a circolare insistentemente nel giro, arrivando fino alla stampa locale e alle orecchie di Tom Waits che, innamorato della sua poesia e della sua voce carezzevole, sponsorizza personalmente la cantautrice per il famoso Shortlist Music Prize.
Con questo biglietto da visita, le case discografiche non tardano a bussare alla porta di Holland che, nell'agosto del 2003, firma un accordo con la label Anti. Dalla firma sul contratto si passa direttamente alla sala d'incisione e in pochi mesi il debutto è pronto: a gennaio del 2004 esce nei negozi "Catalpa", che prende il nome di un albero dai bellissimi fiori bianchi, a cui fa seguito un secondo sforzo discografico intitolato "Escondida". Con due album pubblicati nel giro di pochi mesi, Jolie può finalmente mettere in mostra il suo talento e la sua personale rilettura della musica country e popolare americana riscuote molto successo. Molti giudicano inoltre unica la sua voce e la miscela di inflessioni blues, folk, gospel e jazz che riesce a infonderle. Comunque sia, di certo Jolie Holland è vista come una delle giovani cantautrici più promettenti del continente americano.