Juvenile

Juvenile

Gangsta rap dalla Lousiana.
Juvenile, all'anagrafe Terius Gray, nasce il 25 marzo 1972 a New Orleans. Fa la sua prima apparizione nel mondo della musica con il gruppo 3 Grand, ma l'esperienza dura poco. Nel 1995 tenta la carriera da solista pubblicando "Being Myself" per la Warlock Records.
Nel 1997 è impegnato in un altro progetto insieme a B.G., Lil Wayne e Turk, gli Hot Boys, che debuttano con "Get It How U Live", seguito nel 1999 da "Guerilla Warfare" e nel 2003 da "Let 'Em Burn". Ma il 1997 è anche l'anno in cui esce "Solja Rags", album solista per la Cash Money Records che vende 200.000 copie.
Nel 1998 la Cash Money Records viene comprata dalla Universal e sotto la nuova etichetta Juvenile pubblica "400 Degreez", che porta il rapper alla ribalta e lo fa conoscere a livello nazionale. I brani "Ha", "Ha (remix)" (con Jay-Z) e "Back That Thang Up" vengono passati innumerevoli volte sui maggiori network radiofonici. Il CD vince un Billboard Award come R&B Album Of The Year e "Ha" un Source Award come Single Of The Year e, come se non bastasse Juvenile riceve una nomination come Favorite Rap/Hip Hop Artist Of The Year agli American Music Award.
Dato il grande successo ottenuto, nel 1999 Juvenile rilancia il suo primo album "Being Myself" e incide il nuovo "Tha G-Code", seguiti ad un anno di distanza dalla raccolta di alcuni dei primi successi, intitolata "Playaz Of Da Game". Ma Juvenile è instancabile e sforna un altro disco nel 2001, "Project English", che vede la partecipazione dell'amico DJ Jimi.
Dopo un anno di divorzio dalla Cash Money Records, durante il quale pubblica "The Compilation" per la UTP (Uptown Project Playas), ritorna all'etichetta che lo ha reso famoso e nel 2003 esce "Juve The Great". Preceduto dal singolo "In My Life", ha la particolarità di essere stato realizzato per metà con la collaborazione della crew della UTP e per l'altra metà con il rapper Baby e con il rapper e produttore Mannie Fresh della Cash Money. Nel frattempo, mentre la sua carriera va alla grande, Juvenile non è altrettanto fortunato con la giustizia: viene arrestato per possesso di droga e condannato per aver colpito con una bottiglia di champagne un uomo e per aver aggredito un poliziotto.
Nel 2004 la canzone "Slow Motion", registrata con Soulja Slim prima che venga ucciso, arriva in cima alla Billboard Hot 100 Chart; anche il primo vero greatest hits ottiene ottimi riscontri. Ciò nonostante, i rapporti con la Cash Money Records si rovinano fino all'inevitabile divorzio. Juvenile approda alla Atlantic, per la quale nel 2005 pubblica il doppio "Reality Check".