Kajagoogoo

Kajagoogoo
  • New Wave, Pop/Rock, Synth Pop, New Romantic, Alternative/Indie
  • Tra new wave e pop, i Kajagoogoo hanno rivaleggiato nei primi anni ottanta con gruppi del calibro di [... altro]

Tra new wave e pop, i Kajagoogoo hanno rivaleggiato nei primi anni ottanta con gruppi del calibro di Adam and the Ants, Duran Duran, Culture Club e Spandau Ballet. Ovviamente inglesi, Chris Hamill (nome d'arte Limahl, voce), Nick Beggs (voce e basso), Steve Askew (chitarra), Stuart Crawford (voce e synth) irrompono nelle classifiche di tutta Europa direttamente con il loro primo singolo, la notissima "Too Shy" (1983). Il loro pop elettronico guadagna fans dappertutto, grazie anche, bisogna dire, all'aiuto in sede di produzione di un personaggio come il carismatico Nick Rhodes, tastierista dei Duran Duran. Dopo altri due singoli piuttosto fortunati ("Ooh to Be Ah" e "Hang on Now") tratti dal primo album, intitolato "White Feathers", Limahl abbandona il gruppo per intraprendere una carriera solista, sostituito da Nick Beggs, che rivela di essere un vocalist all'altezza della situazione.
Nel 1984 esce il secondo LP del gruppo ("Islands"), che riscuote un certo successo soprattutto grazie a un pezzo piuttosto efficace come "Big Apple", ma non riesce a convincere appieno. I singoli successivi non destano l'attenzione del grande pubblico, e, accorciato il nome in Kaja, la formazione incide ancora un album ("Crazy People's Right to Speak", 1985) che rappresenta un vero e proprio disastro commerciale, sciogliendosi l'anno seguente.