Kate Nash

Kate Nash
  • Il pop di una giornata di sole. Giovane, carina e ironica, Kate Nash, armata di un inconfondibile accento [... altro]

Acoustic

Il pop di una giornata di sole.
Giovane, carina e ironica, Kate Nash, armata di un inconfondibile accento londinese – è nata a Dublino ma è cresciuta in un sobborgo della capitale inglese, Harrow – macina esibizioni live a raffica con un sense of humour che la rende immediatamente simpatica.
La sua storia? Simile a tante altre. Amante della musica fin da bambina, impara prestissimo a suonare il piano, fino a che un'altra passione soppianta le sette note nel suo cuore: la recitazione. Il tentativo di entrare alla Bristol Old Vic Theatre School, però, non va a buon fine e, per completare l'elenco delle sfortune, pochi giorni dopo il suo provino Kate cade dalle scale e si rompe un piede.
Costretta a una temporanea immobilità, per gioco inizia a buttare giù versi che piano piano si trasformano in canzoni. Dopo l'esibizione improvvisata in un pub della sua zona, inizia ad arricchire il suo repertorio con una serie di cover, mentre carica i suoi inediti su MySpace ricevendo immediati consensi dal popolo della rete, tra cui quello della collega Lily Allen.
L'esordio arriva con un singolo che la label indipendente Moshi Moshi pubblica nel febbraio 2007, un'edizione limitata di mille copie disponibile solo in vinile, che contiene le track "Caroline's a Victim" e "Birds".
Durante la promozione del singolo, la cantante viene chiamata ad aprire i concerti del tour inglese dei Get Cape. Wear Cape. Fly, continuando poi a girare per il Regno Unito con uno show tutto suo.
A marzo, Kate firma un contratto con la Polydor, che a giugno pubblica il suo secondo singolo, "Foundations", che arriva al numero 2 della chart inglese anche senza un particolare supporto da parte delle radio.
Il successo di "Foundations" spinge la label ad accelerare l'uscita del primo CD "Made Of Bricks", che esce ad agosto e raggiunge il primo posto in classifica.
Nel frattempo, Kate partecipa a numerosi festival, tra cui Glastonbury e T in the Park, registra i brani "Me & My Microphone" e "Look What You've Done rispettivamente con i rapper Kano e "Lethal Bizzle" e parte per un tour che tocca anche Germania, Olanda e Danimarca.