Keane

Keane: ultimi video musicali

Spiralling

Video Musicali

This Is The Last Time

Video Musicali

Bend & Break

Video Musicali

Somewhere Only We Know

Video Musicali

Sovereign Light Café

Video Musicali

Silenced By The Night

Video Musicali

Crystal Ball

Video Musicali

Under The Iron Sea - ULU Video Bundle

Video Musicali

Keane

"Melodie da batticuore dalla miglior band emergente inglese dell'anno" (Music Week).
Partiamo da Battle, bucolico villaggio del Sussex vicino ad Hastings, dove non accade nulla dal 1066, i tempi della battaglia tra i Normanni di Guglielmo il Conquistatore e gli Anglosassoni (per la cronaca, vinsero i primi). Poi solo pecore e mucche, almeno fino ai Keane.
Nella seconda metà degli anni Novanta Tim Rice-Oxley e Richard Hughes, compagni di liceo, fanno la conoscenza di Tom Chaplin, di un paio d'anni minore e loro ammiratore (sono più grandi e gli sembrano più fighi). Quando Tim (pianoforte) e Richard (batteria) mettono in piedi la loro prima band, Tom resta da parte a guardare aspettando il suo turno, che arriva nel 1997.
Nascono ufficialmente i Keane, che però entrano subito in stasi perché Tom si prende un anno sabbatico e vola in Africa per fare il volontario in mezzo ai bambini. Tim e Richard continuano a suonare e provare senza soste per 12 mesi e dieci giorni dopo il ritorno di Tom i Keane sono già sul palco per il loro primo concerto. In attesa di capire se fare sul serio o no, la band si concede tre mesi, va in Francia, si chiude in uno studio e sperimenta il brivido della registrazione, sovraccaricando le canzoni di elettronica prima di capire che solo ripulendo gli eccessi emerge il suono che stanno cercando.
Tornano in Inghilterra e comincia un periodo difficile: mentre fanno avanti-indietro da Londra in cerca di occasioni e nel frattempo raffinano la loro musica, tirano fine mese con lavoretti di vario tipo. Passa e va anche un chitarrista, ma la scelta finale resta il trio pop senza chitarre. Poi succede che a metà del 2002 si ritrovano in mano un contratto con la BMG e allora decidono che è tempo di farsi vedere e di mettersi a suonare live.
Prenotano due show acustici dal vivo e – come nelle migliori favole – tra il pubblico c'è Simon Williams della label indie Fierce Panda, che propone loro di pubblicare un singolo.
Scelgono "Everybody's Changing", Steve Lamacq della BBC si innamora della canzone e in Inghilterra stampa e radio cominciano a parlare (bene) dei Keane. Segue il primo tour inglese, che attira platee sempre più vaste (si parte da 5 e si arriva a 300 persone). Nella primavera del 2003, tra le case discografiche che si fanno avanti, il trio sceglie la Island ed esce dal giro dell'indie spinto.
In estate suonano sul palco degli emergenti ai festival di Reading e Leeds, poi pubblicano il secondo e ultimo singolo per la Fierce Panda, "This Is The Last Time", mentre il primo per la nuova etichetta, "Somewhere Only We Know", arriva a febbraio 2004. A maggio esce finalmente il disco di debutto, "Hopes And Fears", pieno di lussureggiante pop acustico dal sapore vagamente retrò, dominato dalla voce corposa di Tom.
L'album debutta al primo posto della chart britannica, dove rimarrà per parecchi mesi risultando, a fine anno, il secondo album più venduto in Gran Bretagna dopo l'omonimo disco d'esordio dei Scissors Sisters. I Keane, inutile dirlo, diventano nel giro di un anno delle star assolute.
Mentre "Hopes And Fears" fa sfracelli in hit parade, il terzetto è impegnato a tempo pieno a promuoverlo macinando date su date dal vivo (nell'autunno 2005 hanno anche l'onore di aprire i live statunitensi dei loro idoli U2) e i riconoscimenti prestigiosi non tardano ad arrivare: ai Brit Awards 2005 i Keane si portano infatti a casa il premio come Best British Album, mentre agli statunitensi Grammy Awards 2006 vengono candidati come Best New Artist.
Il gruppo, nel frattempo, è già al lavoro per dare un seguito al fortunatissimo album d'esordio: nell'aprile 2005 Chaplin e compagni si 'rifugiano' infatti nel tranquillo East Sussex dove danno inizio alle session di registrazione. L'album, dal titolo "Under The Iron Sea", viene completato a più riprese a inizio 2006 e quindi pubblicato nel giugno successivo, anticipato di un paio di settimane dal singolo di lancio "Is It Any Wonder?".
È ancora tempo di tour, e così il terzetto del Sussex impiega la primavera e l'estate che seguono a promuovere intensamente la propria nuova fatica discografica.