Kelly Osbourne

Kelly Osbourne: ultimi video musicali

Changes

Video Musicali

One Word

Video Musicali

Come Dig Me Out

Video Musicali

Changes

Video Musicali

Kelly Osbourne

Con un papà come Ozzie, non si può non aver ereditato il talento per lo show e un pizzico di follia.
Kelly Lee Osbourne nasce a Londra il 27 ottobre 1984 e vive un'infanzia itinerante; Sharon (moglie e manager di Ozzy) si porta sempre appresso lei e il fratello Jack per farli stare il più possibile con il padre. Oltre a respirare l'aria sulfurea del backstage, Kelly frequenta le scuole in Inghilterra e, ancora adolescente, si trasferisce in California con la famiglia.
Entra da protagonista nel mondo dello star system grazie a The Osbournes, reality show di punta di MTV girato in casa Osbourne; contemporaneamente sente che è il momento giusto per lanciarsi anche nel mondo della musica. Inizia con una versione punk nientemeno che di "Papa Don't Preach" di Madonna, e ha la possibilità di cantarla anche agli MTV Awards del 2002. Nello stesso anno pubblica per la Epic (l'etichetta di Ozzy) il suo primo album "Shut Up". Il titolo ricalca fedelmente la frase che alla signorina Osbourne piace ripetere più spesso, "stai zitto". Le tracce dal sapore punk-pop di Kelly non convincono, negli Usa vende solo circa 155.000 copie, e la label decide dopo poco tempo di scaricarla. In Italia il CD non viene distribuito.
Kelly è un personaggio diretto ed eccentrico, e ciò che pensa non lo manda certo a dire (è noto che non scorra buon sangue tra lei e alcuni protagonisti del musicbiz, come Christina Aguilera e Billy Corgan), ma piace per la sua schiettezza ed è corteggiata dal cinema e dal mondo della moda. Il fiuto e l'intuito per le nuove tendenze le frutteranno in seguito anche una sua linea di abbigliamento, la Stiletto Killers.
Non tutto però è così meraviglioso come sembra. Tra il 2002 e il 2003 Kelly vive momenti difficili: alla madre viene diagnosticato un tumore, per fortuna curato in tempo, il padre subisce un grave incidente, il fratello Jack viene ricoverato in clinica per disintossicarsi. In amore le cose non vanno meglio: viene mollata non molto elegantemente il giorno di San Valentino dal fidanzato Bert McCracken, che annuncia la sua decisione durante un concerto del suo gruppo, gli Used. Alla fine Kelly è vittima di un esaurimento nervoso.
Ne esce a testa alta e cambia casa discografica, firmando con la Sanctuary; l'etichetta prende il suo precedente lavoro, aggiunge qualche bonus track, la cover di "Papa Don't Preach", un nuovo duetto; mischia il tutto, cambia il titolo e pubblica "Changes". La canzone che dà il nome all'album è una versione riveduta e corretta dello storico successo dei Black Sabbath e vede Ozzy e figlia cantare insieme. La poliedrica Kelly non si ferma solo alla musica e firma con la statunitense ABC un contratto per una serie TV intitolata Life As We Know It.
Impegni di lavoro gratificanti e cadute nella vita privata si susseguono. Kelly si fa ricoverare in una clinica specializzata per disintossicarsi, ammettendo di aver avuto problemi di dipendenza dall'alcool e dalle droghe. Poi si rialza ed inizia a lavorare al secondo album. È come avere dalla vita una seconda opportunità, e Kelly cura con un'attenzione particolare i testi, scandagliando la sua interiorità; al suo fianco c'è Linda Perry, ex 4 Non Blondes e produttrice di Gwen Stefani e Christina Aguilera. Nel 2005 il nuovo LP "Sleeping In The Nothing" esce ancora per la Sanctuary. In perfetto stile dance club anni '80, il singolo di lancio "One Word" conquista in poco tempo il primo posto nella Billboard Dance Radio chart.
A giugno Kelly viene di nuovo ricoverata in clinica, ma stavolta la madre spiega che non si tratta di droga ma di depressione, un esaurimento nervoso dovuto ai continui commenti sulla sua forma fisica.