Killswitch Engage

Killswitch Engage: ultimi video musicali

Fixation On The Darkness

Video Musicali

Save Me

Video Musicali

In Due Time

Video Musicali

In Due Time

Video Musicali

Strength Of The Mind

Video Musicali

The Arms Of Sorrow

Video Musicali

Rose Of Sharyn

Video Musicali

My Last Serenade

Video Musicali

Killswitch Engage

Ri-generazione heavy.
I Killswitch Engage non spuntano dal nulla. I fondatori portano in dote alla nuova band un seguito di fan già pasciuto: in particolare, il bassista Mike D'Antonio era il leader degli Overcast, leggendaria band metal underground. Quando gli Overcast passano a miglior vita nel 1998, Mike per un anno passa al setaccio la scena del Massachusetts prima di trovare la formazione giusta per riprendere a macinare decibel. Nell'estate dell 1999 arruola Adam Dutkiewitz (che diventerà anche produttore e compositore principe del gruppo) e Joel Stroetzel, batterista e chitarrista degli Aftershock. L'innesto di Jesse David Leach, cantante di Corrin e Nothing Stays Gold, completa i ranghi: i Killswitch Engage sono pronti a eruttare il loro metalcore inventivo e brutale. Il nome è ispirato da un espisodio di X-Files.
Il debutto agli occhi del mondo avviene suonando di spalla agli In Flames: la casa discografica Ferret acolta, approva e se li aggiudica al volo. Nell'estate del 2000 esce il disco di debutto omonimo, che scatena subito un polverone sulle riviste specializzate.
Nel 2001 i KE forniscono la canzone "Numbered Days" alla compilation live "Nasty Habits" pubblicata dalla radio universitaria WERS (nel dischetto figurano anche God Forbid, Haste, Unearth e Poison The Well). Poco dopo va a buon fine la trattativa con la Roadrunner e la band incide il suo secondo LP, "Alive Or Just Breathing" (2002), mixato dal brillante Andy Sneap. E ancora si levano gli osanna: i Killswitch Engage si piazzano di diritto tra i modernizzatori del metal nel Terzo Millennio.
Prima di sfornare il nuovo album, la formazione subisce alcune modifiche: Howard Jones sostituisce Leach (che lascia nel 2002 per motivi di salute e per stare con la moglie appena sposata) e si aggiunge il batterista Justin Foley, compagno di Jones nei Blood Has Been Shed, che a sua volta rimpiazza Tom Gomes, durato poco. Nel frattempo Dutkiewicz è passato alla chitarra.
Nel 2003 i concerti all'Ozzfest e all'Headbangers Ball tour di MTV2 consacrano i Killswitch anche come panzer live. Il pezzo "When Darkness Falls" appare nella colonna sonora di "Freddy Vs. Jason".
L'album "The End Of Heartache" (2004) è un documento pulsante della grandezza della band, che miete recensioni sbalordite, dal New York Times a Rolling Stones. Per il resto dell'anno i Killswitch Engage battono i palchi americani suonando con Anthrax, Slayer, From Autumn To Ashes, 18 Visions e 36 Crazyfists. La title-track "The End Of Heartache", inserita nel film "Resident Evil: Apocalypse", si guadagna una nomination ai Grammy.
Nel 2005 il combo ricompare all'Ozzfest e pochi mesi dopo pubblica il DVD live "(Set This) World Ablaze", registrato al Worcester Palladium.