Kings of Convenience

Kings of Convenience: ultimi video musicali

Boat Behind

Video Musicali

Mrs. Cold

Video Musicali

Id Rather Dance With You

Video Musicali

Failure

Video Musicali

Toxic Girl

Video Musicali

Me in You

Video Musicali

Misread

Video Musicali

I'd Rather Dance With You

Video Musicali

Kings of Convenience

Eirik Gglambek Boe (aria da maestro zen e sguardo imperscrutabile da borderline) e Erlend Oye (occhiali, convinzione sincera di essere stato messo al mondo per comunicare) si incontrano per la prima volta all'età di 11 anni ad un concorso interscolastico di geografia a Bergen, in Norvegia. Entrambi arrivano in finale, ma è Erlend a vincere, grazie alla sua incredibile abilità nel disegnare una cartina geografica del mondo a memoria, in meno di cinque minuti. Cinque anni dopo la fine della scuola, i due cominciano la loro collaborazione musicale, unendosi ad una band norvegese influenzata dai Cure, gli Skog (in norvegese "alberì"): le canzoni sono in lingua locale, Erlend è la voce ed Eirik suona la chitarra. Poi viene chiesto agli Skog di preparare una cover per un tributo ai Joy Division, organizzato da alcune band locali; Eirik chiede se può cantare "Eternal" tratto dall'album "Closer". I due scoprono che le loro voci si complementano fantasticamente a vicenda. La seconda tappa verso il successo arriva durante un viaggio molto economico in Tunisia. "Ci siamo ritrovati sotto questo temporale spaventoso, con lampi che si accendevano tutto intorno a noi, e quello è stato il primo momento in cui ci siamo seduti con le nostre chiarre acustiche e abbiamo iniziato a scrivere canzoni in inglese".
Dopo un po' di tempo trascorso in Inghilterra, a studiare e suonare in diverse band, si esibiscono finalmente in duo al Poetry Place a Covent Garden, mettendosi d'accordo sul nome (due chitarre acustiche, niente amplificatori - la convenienza incarnata) e suonando una manciata di pezzi scritti da loro. Eirik ritorna poi in Norvegia, lasciando Erlend con un demo di due pezzi: grazie a contatti in rete e uno spazio alla fiera musicale britannica di In the City, Eirik e Erlend si piazzano a casa di un violoncellista di Manchester, Alfie, e proprio in quella città fanno conoscenza di Badly Drawn Boy. 'Leggenda' vuole che la cosiddetta New Acoustic Music nasca una sera in cui i KOC, Alfie e Badly Drawn Boy sono a casa di quest'ultimo a suonare le proprie canzoni.
Il gruppo è sul punto di fare un accordo con la Twisted Nerve, etichetta di BDB, ma dopo un periodo frenetico, in cui registrano persino un album omonimo per l'etichetta AmEirikan Kindercore, il primo 7 pollici dei Kings of Convenience si materializza alla fine del '99. Da lì, iniziano a trattare con la Source. L'Ep di 5 pezzi "Live in a Room", accolto con grande entusiasmo dalla stampa britannica - esce nell'ottobre del 2000. Nel marzo 2001 viene alla luce il loro album d'esordio, "Quiet Is The New Loud", registrato a Liverpool, con Ken Nelson come produttore (Badly Drawn Boy e Coldplay), mentre in tre brani collaborano anche con il talento del leggendario direttore d'orchestra David Whittaker (Air, Serge Gainsburg, e i primi Rolling Stones).
Le loro influenze sono molte e diverse e vanno da Tracy Chapman a Suzanne Vega, condividendo lo stesso spirito dei Red House Painters, i Pink Floyd, i Cure, i Ride, fino a Badly Drawn Boy, i Doves e i Tortoise. L'album di Joao Gilberto "Live at Carnegie Hall" è la loro maggiore fonte di ispirazione. Dopo 3 anni di silenzio, in cui Erlend Oye si dedica a svariati progetti elettronici solisti - uno fra tutti, l'album "Unrest" del 2002 - ed Eirik frequenta la facoltà di psicologia all'università di Bergen, i KOC si ritrovano in studio. Nel giugno del 2004 esce così il secondo album del duo, "Riot On An Empty Street", a cui partecipa anche la cantautrice canadese, Leslie Feist.