Ladyhawke

Ladyhawke
  • La signora ha gusti electro pop. Dietro il nome 'rubato' a un film di culto del 1985, Ladyhawke appunto, [... altro]

La signora ha gusti electro pop.
Dietro il nome 'rubato' a un film di culto del 1985, Ladyhawke appunto, si cela Pip Brown, una ragazza neozelandese nata e cresciuta in un ambiente familiare musicalmente frizzante. Con il patrigno batterista e la madre cantante non passa molto tempo prima che la bimba decida di diventare una musicista. A soli 11 anni infatti, dopo aver sentito il patrigno fare una lezione di batteria, Pip inizia a 'stressare' la madre affinché le consenta di suonare uno strumento. La madre accetta e così iniziano le lezioni di batteria della bambina.
A 14 anni però Pip si stanca di suonare solo la batteria e allarga il campo alla chitarra, al basso e al synth. Dopo poco però la bimba capricciosa si stanca anche di suonare da sola. Che fare? Unirsi alla banda di ottoni del patrigno come percussionista, ovvio. Dopo un paio di anni passati a indossare un uniforme 5 taglie più grandi e a girare per il circondario, l'agguerrita artista in erba decide che è arrivato il momento di suonare in un gruppo di coetanei (nella banda sono tutti over 50!). Ma la giovane ragazza scalpita e a 18 anni, dopo aver girato diverse band grunge della scuola, decide di trasferirsi a Wellington.
Qui, insieme al suo amico Matt Harrop, forma i Two Lane Blacktop, definiti dalla stessa Pip l'incontro tra Iggy Pop And The Stooges e i Clash. La band pian piano si conquista un ottimo seguito sia in Nuova Zelanda che in altri posti, ma purtroppo nel 2003 al ritorno da un tour iniziano i problemi. Due giorni prima della partenza per l'Australia dove è prevista una serie di esibizioni del gruppo, il cantante abbandona la band, seguito a poca distanza dal batterista. In un primo momento la ragazza è disperata, ma dura poco.
Invitata da un ragazzo di Sydney, Nick Littlemore, a unirsi alla sua neonata band Teenagers come chitarrista, Pip inizia una nuova fase che coincide con il trasferimento a Sydney. Col tempo nasce l'esigenza di dar vita a un progetto più personale e da questo bisogno nasce Ladyhawke, l'anima da songwriter di Pip. Il suo sound si ispira agli anni '70 e '80 e affonda profondamente le radici nella pop culture di quegli anni mentre i testi evocano sempre un profondo sentimento di nostalgia per un'epoca ormai finita ma che torna a farsi sentire grazie alla musica di Ladyhawke.
Finalmente all'inizio del 2008 vede la luce la prima prova concreta di questi sforzi: l'affascinante singolo "Paris Is Burning", primo estratto dal disco di debutto previsto per settembre. Ovviamente segue un tour che vede la ragazza affiancata da una band composta da Danny alla chitarra, Tom al basso e Ryan alla batteria.