Love Is All

Love Is All

Graffi punk, pennellate pop.
I Love Is All, originari di Göteborg, nascono all'indomani dello scioglimento dei Girlfriendo, quando Josephine Olausson (voce e tastiere), Markus Görsch (batteria) e Nicholaus Sparding (chitarra e voce), reduci da quell'esperienza, assoldano il bassista Johan Lindwall e il sassofonista Fredrik Eriksson.
Il primo frutto della neonata band (realizzato ancora senza Eriksson) è il singolo 7" "Love Thrills" pubblicato dall'etichetta svedese Dolores, che gli permette di strappare un contratto con la piccola label newyorkese What's Your Rupture?, da poco fondata da Kevin Pedersen, loro vecchio amico ai tempi dei Girlfriendo.
Siamo nel 2004 e il gruppo si mette subito al lavoro, alla ricerca del giusto sound: in un pomeriggio scrive e registra "Make Out, Fall Out, Make Up", quello che diventa in breve tempo il loro trampolino di lancio verso la celebrità: l'influente NME lo elegge immediatamente come "Single Of The Week" e dopo appena due settimane il gruppo viene invitato negli studi della BBC Radio per esibirsi a una puntata delle mitiche Peel Sessions. Il gruppo, nel frattempo, utilizzando un semplice 8 piste, completa le registrazioni del proprio album di debutto, "Nine Times That Same Song", che viene pubblicato nel corso del 2005.
È un trionfo: l'indefinibile ma portentoso caleidoscopio di suoni e generi (dal punk al lo-fi, dall'indie al power pop), supportato dalla voce isterica e graffiante della Olausson e dal sax di Eriksson, conquista in breve tempo critica e stampa specializzata, che salutano il gruppo come una delle nuove proposte più originali e creative della scena indie internazionale. Il 2006 vede la band impegnata a tempo pieno dal vivo, con trionfali esibizioni in Europa e negli Stati Uniti.