Mary Mary

Mary Mary

Le sorelle bandiera del neo gospel.
Erica e Tina sono due sorelle cresciute a Inglewood (California) in una famiglia numerosa. Alla pari di loro fratello e delle loro cinque sorelle, poco alla volta vengono iniziate alla vera passione di mamma e papà Atkins: il gospel. I genitori, infatti, cantano nel coro della chiesa e tutte le domeniche si portano dietro la prole, che ogni volta ascolta incantata le prodezze dei migliori vocalist della comunità. Nel giro di pochi anni la nuova generazione si fa largo e segue le orme di quella vecchia: in particolare Erica e Tina cominciano a impressionare gli astanti del circondario per le loro qualità vocali.
Nel 1995 le due 'little sisters' entrano a far parte dello show gospel itinerante 'Mama I'm Sorry', organizzato da Michael Matthews, a cui fa seguito una serie di tour a cui partecipano svariati artisti R&B. Ma non è tutto: il duo comincia a scrivere alcuni pezzi che convincono Warryn Campbell (già produttore di Brandy, Boyz II Men, Shanice, Dru Hill, Luther Vandross, Sisqo e altri), tanto che salta fuori la possibilità di inciderne uno (“Dance”), che entra nel 1998 nella colonna sonora di 'Dr. Doolittle'.
In quello stesso anno la loro “Let Go, Let God” viene inserita nella colonna sonora de 'Il principe d'Egitto', e vari altri brani vengono incisi da artisti come 702 e Yolanda Adams.
Ma per vedere nei negozi il loro primo singolo bisogna attendere il nuovo millennio: nel febbraio del 2000 “Shackles (Praise You)” esce per la Columbia ottenendo subito ottimi risultati, tra cui l'inserimento nella top 40 pop americana (nei primi dieci posti di quella R&B). Un fortunato esordio che apre la strada al loro primo album (“Thankful”), distribuito dalla stessa etichetta nel maggio dello stesso anno.
Il risultato è un disco di pura musica gospel, contenente canzoni molto simili a preghiere o a parabole dal contenuto religioso. A rendere più appetibile il disco ad un pubblico più vasto di quello religioso concorrono alcuni fattori, tra cui un approccio musicale più pop – complice un brano con le Destiny's Child ("Good To Me") e l'accattivante arrangiamento del già citato Campbell – ma anche due voci assolutamente da brividi. A incorniciare il tutto ci pensa l'immagine sexy che nel frattempo le sorelline hanno adottato.
Il successo di vendite è tale che il disco si aggiudica il prestigioso Grammy Award come miglior album Soul Gospel contemporaneo.
Nel luglio del 2002 viene pubblicato (sempre per la label Columbia) l'atteso secondo lavoro completo delle due artiste: "Incredibile" è il titolo, prodotto ancora una volta da Campbell, ad eccezione di "He Said," arrangiata da Rodney Jerkins.
Tra le hit portanti del nuovo disco vanno segnalati numerosi brani, tra cui "Little Girl", la funky "God Bless", una bella cover di "You Will Know" di Stevie Wonder, la melodiosa "I Try" e la travolgente "Thank You", che si avvale della partecipazione di un intero coro gospel e della performance live del reverendo James Moore.
I testi delle canzoni sono ancora una volta pieni di messaggi spirituali di speranza e celebrazione, la loro musica – una sorta di gospel moderno influenzato tanto dal beat contagioso dell'hip hop quanto dalle classiche ballate r&b - è ancora estremamente semplice e popolare, come le stesse Erica e Tina sostengono a due voci:"Dio è buono e noi siamo grati per le sue benedizioni, vogliamo soltanto condividere le buone notizie con gli altri. Il nostro obiettivo è fare un tipo di musica che possa venire apprezzata a qualsiasi latitudine, da gente di tutte le razze e di tutte le età". E cosi sia.