Massimo Di Cataldo

Massimo Di Cataldo

Massimo Di Cataldo è nato a Roma il 25 aprile del 1968. Attratto dalla musica sin da bambino, giovanissimo inizia a suonare con i primi gruppi durante gli anni della scuola. I primi passi nel mondo dello spettacolo li muove però come attore, ottenendo prima piccole ma significative parti in alcuni film, e lavorando in seguito per ben cinque anni in una compagnia teatrale, alle prese con i classici di Shakespeare, Verga e Goldoni. La musica comunque mantiene un ruolo di prim'ordine nella sua vita e così all'inizio degli anni novanta comincia ad esibirsi nei locali romani riscuotendo un discreto successo. In rapida successione a partire dal 1993 partecipa al Festival di Castrocaro classificandosi quarto, debutta a Sanremo Giovani l'anno seguente, per poi aggiudicarsi il secondo posto nella categoria Nuove Proposte al Festival di Sanremo del 1995. Gli ottimi risultati raggiunti spingono la Sony a pubblicare il suo primo album "Siamo nati liberi", prodotto da Phil Palmer chitarrista di livello mondiale, più volte al lavoro con George Michael, Eric Clapton e Dire Straits. Al disco prendono parte anche Eros Ramazzotti che arrangia "Una ragione in più", Renato Zero autore del testo di "Fine corsa" ed "Enrico Ruggeri" con cui Massimo scrive "Se non avessi te". In poche settimana vengono vendute più di 150.000 copie e così la Sony decide di allargarne la distribuzione a 35 paesi, realizzando una versione speciale per il mercato spagnolo dal titolo "Libres como el viento". Nel 1996 esce "Anime", più volte disco di platino, vince Il Disco per l'estate con il brano "Il cuore" e il Telegatto a Vota la Voce come "Cantante rivelazione dell'anno". Dopo aver collaborato con il musicista senegalese Youssou N'Dour, nell'agosto del 1997 presenta "Crescendo", 12 canzoni ispirate al concetto di crescita.