Paul McCartney

Paul McCartney
  • Rock, Pop/Rock, Soft Rock, Album Rock, Rock & Roll, Adult Contemporary
  • Come sopravvivere alla band che ha cambiato la storia della musica e farlo con slancio: Paul McCartney [... altro]

Wonderful Christmas Time

Come sopravvivere alla band che ha cambiato la storia della musica e farlo con slancio: Paul McCartney da solo non sempre ha convinto la critica, quasi sempre invece il pubblico.
Risultato: è stato quello dei Beatles che ha avuto la carriera solista di maggior successo, una presenza costante nelle classifiche per tutti gli anni '70 e '80.
James Paul McCartney nasce a Liverpool il 18 giugno 1942 e forma il suo primo gruppo quando ha 14 anni. Nel 1960 nascono i Beatles: sarà un trentennio di successi straordinari, rivoluzioni musicali e leggenda, molta leggenda.
Ma anche le leggende finiscono, prima o poi.
Gli ultimi mesi di vita dei Beatles sono convulsi: McCartney lavora a un album solista sin dalla metà del 1969, nello studio di registrazione piazzato per comodità in uno dei saloni di casa. Il disco ("McCartney") esce nell'aprile 1970, due settimane prima dell'uscita prevista per l'album dei Beatles "Let It Be". Non solo, la release è accompagnata dall'annuncio che il gruppo si sta sciogliendo a causa di tensioni interne, in particolare fra McCartney, Lennon e Harrison.
I fan piangono calde lacrime, i critici guardano con sospetto l'avventura solista, ma disco è un gran successo. Entro la fine dell'anno successivo Paul McCartney pubblica un nuovo lavoro ("Ram"), il primo hit single da solista ("Another Day") e fonda i Wings, una rockband composta dalla moglie Linda Eastman (tastierista e vocalist, sposata il 12 marzo 1969), il chitarrista Denny Laine (ex Moody Blues) e il batterista Denny Seiwell.
L'album d'esordio del gruppo esce nel dicembre 1971: "Wild Life" guadagna critiche tiepide e vendite deludenti, ma non scoraggia McCartney. Se una cosa va male basta riprovarci prendendosi un po' più di tempo: la band passa il 1972 in sala d'incisione, si arricchisce della presenza di Henry McCullough (chitarrista) e sforna tre singoli: la canzone di protesta "Give Ireland Back To The Irish", la reggaeggiante "Mary Had A Little Lamb" e la rockettara "Hi Hi Hi".
Alla fine il nuovo album è pronto: "Red Rose Speedway" esce nella primavera del 1973, i critici continuano a storcere il naso ma il pubblico lo trasforma in un successo, tanto che l'idea di fare un tour non sembra campata per aria. Detto fatto, l'Inghilterra ha l'onore di vedere per la prima volta i Wings dal vivo e già che c'è McCartney scrive il tema del film "Agente 007 – Vivi E Lascia Morire" (che diventa top 10 in Usa e Gran Bretagna).
L'estate del 1973 i Wings tornano in sala d'incisione, ma sono rimasti senza McCullough e Seiwell, che hanno lasciato la band subito dopo il tour inglese. Fa niente, perché entro la fine dell'anno il nuovo album è pronto e azzecca l'accoppiata vincente: "Band On The Run" conquista ottime recensioni e diventa il più grande successo commerciale da quando McCartney ha iniziato la carriera solista. L'album vince due Grammy Award, rimane in testa alle classifiche inglesi per 4 settimane e diventa triplo disco di platino.
Siccome finché c'è successo c'è speranza, la nuova lineup dei Wings è cosa presto fatta (Jimmy McCulloch alla chitarra e Geoff Britton alla batteria) e il nuovo album pure ("Venus And Mars", uscito nel 1975).
Fino a ora le canzoni dei Wings sono tutte firmate Paul McCartney, senza eccezioni. Il 1976 è l'anno della svolta: "Wings At The Speed Of Sound" è il primo album a contenere composizioni degli altri membri della band, anche se lo straordinario successo commerciale è ancora una volta dovuto a brani di McCartney (in particolare "Silly Love Songs" e "Let 'Em In"). Segue il primo tour internazionale del gruppo, un successo che sorprende i musicisti stessi e che viene immortalato nel triplo album live "Wings Over America" (1976).
Negli anni successivi la musica non cambia e nel 1977 il singolo "Mull Of Kintyre" vende 2 milioni di copie (il singolo inglese più venduto di tutti i tempi).
Insomma, alla fine non sorprende che l'ex Beatles entri nel Guinnes dei primati come musicista più popolare della storia: 100 milioni di singoli venduti e 60 dischi d'oro parlano chiaro.
Ma i Wings hanno ormai i giorni contati: dopo un altro paio di album, nuovi tour e successi, la band si scioglie definitivamente entro la fine del 1980.
A questo punto McCartney è deciso a fare da solo: torna in studio con il produttore dei Beatles George Martin e nell'estate del 1982 pubblica "Tug Of War", ottenendo le migliori recensioni dai tempi di "Band On The Run" e realizzando un singolo destinato a grande fortuna ("Ebony And Ivory", nel quale duetta con Stevie Wonder).
E a proposito di duetti, nel 1983 McCartney canta in "The Girl Is Mine", il primo singolo estratto da "Thriller", l'album campione di incassi di Michael Jackson.
Per ricambiare la gentilezza, Jackson duetta con McCartney in "Say Say Say", tratto dall'album di McCartney "Pipes Of Peace" (1983) e ultimo singolo #1 della sua carriera. Il rapporto fra i due, però, si deteriora irrimediabilmente quando Michael Jackson approfitta delle difficoltà economiche di McCartney per acquistare i diritti delle canzoni dei Beatles.
Il 1984 è l'anno di "Give My Regards To Broad Street", colonna sonora del film omonimo e grande successo grazie soprattutto al singolo "No More Lonely Nights". Il cinema regala ancora un successo a McCartney quando firma il tema della commedia "Spy Like Us" con Chevy Chase e Dan Aykroyd, ma il brano sarà anche l'ultima hit a stelle e strisce.
Nel 1985 Paul esegue "Let It Be" al Live Aid organizzato da Bob Geldof, concerto mitico seguito in diretta da un miliardo e mezzo di persone in tutto il mondo.
Nel 1986 la tendenza tipica dei lavori di McCartney conosce un ribaltone: l'album "Press To Play" riceve buone critiche ma è un flop. Come già in precedenza, però, McCartney ha ancora qualche sorpresa nel sacco: nel 1988 è il primo artista occidentale a pubblicare un album esclusivamente in Unione Sovietica: "Choba B CCCP" ("Back In The USSR") è una collection di classici rock 'n' roll e sarà pubblicata anche fuori dall'Unione Sovietica solo nel 1991.
Prima l'instancabile Beatle sforna "Flowers In The Dirt" (1989): molti brani sono scritti a quattro mani con Elvis Costello, l'album guadagna le migliori recensioni dai tempi di "Tug Of War" e viene sostenuto da un tour internazionale che diventerà il doppio live "Tripping the Live Fantastic" (1990).
Per la tournée McCartney si procura il chitarrista Robbie McIntosh e il bassista Hamish Stuart, che formeranno il cuore della sua band per il resto degli anni '90.
All'inizio del 1991 McCartney pubblica un altro live album, questa volta unplugged, risultato della sua apparizione all'omonima trasmissione a base di concerti acustici di MTV: "Unplugged – The Official Bootleg" contiene anche il brano "I Lost My Little Girl", la prima canzone scritta da Paul all'età di 14 anni.
Più tardi nel corso dello stesso anno è la volta di "Liverpool Oratorio", la sua prima composizione classica. Il ritorno al pop s'intitola "Off The Ground" (1993): nessun singolo di successo, ma un tour promozionale fortunatissimo, alla fine del quale esce il live album "Paul Is Live" (dicembre 1993).
Poi via, ancora a cercare strade diverse dal pop: nel 1994 un album techno/ambient con lo pseudonimo di Fireman e nel 1995 una nuova composizione classica ("The Leaf").
Nel biennio 1995-96, però, l'attività principale è "The Beatles' Anthology", opera monumentale che comprende un lungo video documentario della band, inediti e rarità.
Dopo i Beatles, il ritorno da solista s'intitola "Flaming Pie" (estate 1997): si tratta di un album pacato e in gran parte acustico che conquista le migliori recensioni di McCartney da anni e che ottiene un discreto successo, avvantaggiandosi non poco della nomina a Sir.
Il 17 aprile 1998 Linda McCartney muore dopo 30 anni di vita insieme e 3 anni di battaglia contro il cancro: Paul è distrutto dal dolore e per diverso tempo rimane fuori dai clamori della carriera solista. Al funerale, tenutosi a Londra, i tre Beatles superstiti compaiono insieme in pubblico per la prima volta da quando il gruppo si è sciolto.
McCartney torna nell'autunno del 1999 con "Run Devil Run", in gran parte composto di cover, e in seguito all'attentato alle Torri Gemelle (11 settembre 2001) organizza il Concert For New York, al quale partecipano personaggi del calibro di Mick Jagger, Who e David Bowie. Per l'occasione compone il brano "Freedom", inserito poi come bonus track nell'album "Driving Rain".
Il 2002 è un anno da ricordare, di quelli che uniscono amore e lavoro in un mix bomba: l'11 giugno 2002 Paul McCartney si sposa con Heather Mills, mentre il tour mondiale è l'ennesimo successo di pubblico, tanto da portare al doppio album live "Back To The World".
Col senno di poi, il matrimonio risulta essere meno felice della carriera: il divorzio (amaro) da Heather Mills arriva nel 2006, mentre dal punto di vista musicale Sir Paul continua a rimanere attivo nonostante l'avanzare dell'età: escono infatti "Chaos And Creation In The Backyard" (2005, prodotto da Nigel Godrich), poi l'album classico "Ecce Cor Meum" (un oratorio in quattro movimenti pubblicato nel 2006) e infine "Memory Almost Full" (2007, prima release per conto di Hear Music dopo la fine della lunghissima collaborazione con EMI).