Metric

Metric: ultimi video musicali

Metric - Eclipse [All Yours]

Video Musicali

Metric - Gimme Sympathy

Video Musicali

Metric - Monster Hospital

Video Musicali

Metric - Sick Muse

Video Musicali

Metric - Gold Guns Girls

Video Musicali

Metric - Eclipse

Video Musicali

Metric - All Yours

Video Musicali

Metric - Youth Without Youth

Video Musicali

Metric

La musica è una questione di metrica.
Parola di Metric, band pop-rock indipendente venuta fuori nei primi anni del 2000 da quella incredibile jungla musicale che è New York City.
James Shaw studia tromba nella Grande Mela alla Julliard School; Emily Hines, nata a Nuova Delhi, è la figlia del poeta d'avanguardia Paul Hines e frequenta l'art college di Toronto. Proprio nella città canadese i due si incontrano, la leggenda dice nel bar più malfamato che si possa immaginare, e scocca una fortissima intesa artistica.
L'incontro riempie di entusiasmo Emily, che non ci pensa due volte a trasferirsi in un loft di Brooklyn, dove il duo diventa ben presto un trio con l'inserimento del batterista Joules Scott-Key, che è addirittura il nipote dell'autore dell'inno nazionale americano.
Corre l'anno 2001 e i Metric sono ufficialmente nati. Il gruppo, il cui singolare moniker deriva dal loro approccio metrico alle strutture musicali, diventa subito popolare nell'ambiente cittadino musicalmente preparato e sensibile alle influenze e agli omaggi new wave.
La loro musica ruota intorno alla vocalist Emily, la cui voce viene energicamente arrangiata con i suoni prodotti da chitarre e sintetizzatori. Il sound ricorda quello di certi gruppi sinto-rock degli anni '70 (The Cars e Gary Numan, ad esempio) ma rielaborato minuziosamente fino a ottenere uno stile originale e assolutamente moderno.
Non passa molto tempo prima che i tre siglino accordi discografici e debuttino ufficialmente nei negozi: nel settembre 2001 firmano con la Restless Records e mandano in stampa il loro primo lavoro, "Static Anonymity EP". Dopo aver lavorato a Toronto per qualche mese, dove collaborano al disco "You Forgot It In People" dei Broken Social Scene, con gli ultimi spiccioli la band vola a Los Angeles dove incontra il produttore Michael Andrews e Andy Factor, magnate della musica indie. Il rendez vous va a buon fine perché poco tempo dopo i Metric firmano per la label di proprietà di Factor, la Everloving (ex Enjoy Records), la stessa del virtuoso cantautore Jack Johnson. Di lì a poco, nel 2003, viene finalmente pubblicato il primo disco completo dei Metric: "Old World Underground, Where Are You Now?" e la metà dei brani viene associata a un videoclip: "Combat A Bay", "I.O.U.", "Dead Disco", "Succexy" e "Calculation (Theme)".