Modest Mouse

Modest Mouse: ultimi video musicali

Float On

Video Musicali

Satellite Skin

Video Musicali

King Rat

Video Musicali

The Ground Walks, With Time In A Box

Video Musicali

The Ground Walks, with Time in a Box

Video Musicali

Lampshades On Fire

Video Musicali

Coyotes

Video Musicali

Dashboard

Video Musicali

Modest Mouse

Indie rock fuori dai binari.
Ci sono posti in cui se fai musica ti inserisci nel solco del grunge o dell'indie-rock, così, perché quella è l'aria che si respira in zona. I Modest Mouse non fanno eccezione: sono in tre, vengono da Issaquah e a metà degli anni '90 si impongono come una delle realtà più interessanti della musica indipendente a stelle e strisce. Issaquah è un paese sperduto nel nulla della campagna statunitense: la strada statale in mezzo, case a destra, case a sinistra, poco distante il lago Sammamish, a una trentina di chilometri la città di Seattle. È a Issaquah che nel 1994 Isaac Brock (voce e chitarra), Eric Judy (basso) e Jeremiah Green (batteria) danno vita ai Modest Mouse.
Tempo di incidere il primo singolo fatto in casa ("The Shed") e il gruppo si fa notare da Calvin Johnson, gran protagonista della scena underground dello stato di Washington, ex membro dei Beat Happening e fondatore di K Records. È proprio la sua etichetta che pubblica l'omonimo singolo di debutto dei Modest Mouse, testa di ponte per il passaggio a Up Records e per la pubblicazione dell'album "This Is A Long Drive For Someone With Nothing To Think About" e del live "Interstate 8" (entrambi usciti nel 1996).
Due album nel giro di un anno sono un impegno bello grosso per gente all'esordio, ma questo non sembra smorzare la creatività dei Modest Mouse, che l'anno successivo ritornano a K Records per pubblicare l'EP "The Fruit That Ate Itself" (a gennaio del 1997) e a luglio pubblicano l'album "The Lonesome Crowded West" (ancora con l'etichetta Up Records). Quest'ultimo disco è quello che li consacra anche al di fuori della scena underground e procura loro un contratto con Epic, vale a dire un passaporto per la distribuzione in tutto il mondo.
A metà del 2000 la collaborazione con Epic porta i Modest Mouse alla pubblicazione del loro terzo album, "The Moon & Antarctica", recensito dalla critica con toni entusiastici. Per celebrare degnamente l'avvenimento, il terzetto di Issaquah torna a K Records e l'anno successivo pubblica il cosiddetto 'lost album' dei Modest Mouse: "Sad Sappy Sucker" raccoglie le prime incisioni fatte da Calvin Johnson nel 1994, brani che avrebbero dovuto rappresentare il debutto della band ma che una serie di vicissitudini avevano messo nel dimenticatoio.
Nei mesi successivi l'attività dei Modest Mouse rallenta, soprattutto perché Isaac Brock è molto impegnato con il side project Ugly Casanova. Il ritorno della band è per il 2004, quando viene pubblicato il quarto album: si intitola "Good News For People Who Love Bad News", viene pubblicato da Epic e riporta il sound dei Modest Mouse più vicino alle sonorità rock di "The Lonesome Crowded West" (merito anche dell'inserimento in formazione del chitarrista Dann Gallucci e del nuovo batterista Benjamin Weikel, Jeremiah Green rientra nell'album successivo). Il 2007 è l'anno di "We Were Dead Before The Ship Even Sank" (Epic, 2007), a cui collabora Johnny Marr, cantante, chitarrista e tastierista che entra ufficialmente a far parte del gruppo. Grande cura per gli arrangiamenti, una strizzata d'occhio al funk e un sound vagamente british caratterizzano il disco, in cui si ritrovano, però, anche richiami indie e omaggi ad artisti amati dalla band come Tom Waits.