Montecristo

Montecristo

"Grezzo rock 'n' roll nella città del Papa".
Con queste parole Tony James definisce i Montecristo, band romana nata nel 2005 (il 25 maggio, per l'esattezza) e gran sostenitrice del caro, vecchio rock, quello che accetta le eventuali influenze del nuovo millennio e che però non scorda di martellare come da tradizione con distorsore, ritmica famelica e voce aggressiva.
Ok, ma che c'entra Tony James, grande 'vecchio' del punk rock e membro di band come Generation X e Sigue Sigue Sputnik? Beh, trattasi del produttore dell'esordio discografico dei Montecristo. Comincia tutto quando i ragazzi romani gli scrivono una mail per invitarlo a suonare un brano insieme: lui accetta e nel giro di poco tempo si fa coinvolgere tanto da diventare, appunto, il loro produttore.
Il fatto che il rock dei Montecristo ricordi Stooges, Heartbreakers e gli stessi Generation X, aggiunge l'ultima coincidenza alle vicende che precedono l'esordio ufficiale della band (Emiliano alla voce, Flai a cori e chitarra, Luca al basso e Valerio alla batteria).
Il primo disco, che arriva all'inizio del 2007, segna anche il debutto di una nuova etichetta discografica, l'italiana Sleeping Star (nata dall'incontro fra Lain Records e Pietro Fuccio di DNA Concerti).
Prima dell'uscita dell'omonimo "Montecristo", comunque, c'è tutto il tempo per un bel po' di musica live, compresa una data a Frequenze Disturbate 2006 (suonano nella serata che vanta gli Afterhours come headliner, mica una cosa da poco).