Moriarty

Moriarty
  • Folk dal sapore vintage. I Moriarty nascono in un periodo non ben definito in un luogo non ben definito. [... altro]

Moonshiner

Folk dal sapore vintage.
I Moriarty nascono in un periodo non ben definito in un luogo non ben definito. In realtà sono una band formata da persone che arrivano da pesi diversi: Londra, Boston e Cincinnati, ma anche Parigi e lontane origini vietnamite. Tutto questo si trova nel sound a metà strada tra folk e country di Rosemary Moriarty (voce, ma anche xilofono e tamburello), Tom Moriarty (armonica e kazoo tra le altre cose), Arthur Moriarty (chitarra acustica), Zim Moriarty (doppio basso), Charles Moriarty (chitarra) e, per i live, i percussionisti Vincent Talpaert ed Eric Tafani.
Il nome dei componenti non devono tratte in inganno: i musicisti coinvolti in questo progetto dal sapore retrò non sono parenti, ma il loro legame è talmente forte da considerarsi un aver famiglia. Questa idea si trova spesso spesso nei loro brani che non di rado raccontano il passato e la biografia di questa ipotetica parentela, oltre a bucolici racconti che hanno il sapore di storie che arrivano dal passato.
Divisi tra America ed Europa, i Moriarty si esprimono al meglio (anche per gli strumenti che usano, prevalentemente acustici) nei live e così ben presto iniziano a girare il mondo in tour. L'accoglienza è ovunque calorosa e il successo è parecchio soprattutto in Francia.
Proprio un etichetta d'oltralpe si accorge di loro e decide di pubblicare "Gee Whiz But This Is A Lonesome Town, il disco di debutto della band che arriva sugli scaffali dei negozi alla fine del 2007. Un disco bucolico e incredibile che mette insieme folk, rock, country, blues e tutto ciò che ha un aria vintage, arricchito dal sorprendente cantato di Rosemary, una cantastorie moderna con una voce sinuosa che a volte ricorda quella di Joni Mitchell altre addirittura Joan Baez.