Morningwood

Morningwood

Sexy-glam rock da far sfilare gonne e pantaloni.
Il primo nucleo dei Morningwood si forma nel 2001, quando la cantante Chantal Claret incontra a una festa di compleanno l'ex batterista dei Wallflowers, poi convertitosi al basso, Pedro Yanowitz. Le cose vanno più o meno così: tutti devono cantare una canzoncina di auguri, e quando è il suo turno, Chantal sfodera un piccolo pezzo a cappella composta quando aveva 16 anni, Yanowitz ne rimane folgorato e le propone di mettere in piedi un gruppo.
Ai due, che iniziano da subito a comporre canzoni a raffica in tandem, si aggiungono il batterista John Paul Keenon O (già con i Cibo Matto) e il chitarrista Richard Steel (co-fondatore ed ex membro degli Spacehog).
Le seguenti esibizioni live nel circuito underground di New York, dove il gruppo ha dimora, fanno subito capire le intenzioni della band: mescolare sonorità glam e hard rock (dagli AC/DC ai Guns N' Roses passando per i Mötley Crüe) a un attitudine sexy-rock femminile e provocatoria ispirata a Joan Jett, Garbage e Hole (ma decisamente meno dark e introspettiva rispetto a queste ultime due band). Non a caso, il nome del gruppo in slang americano indica l'involontaria erezione mattutina maschile.
I primi frutti della neonata formazione sono due EP, il primo omonimo, il secondo intitolato "It's Tits", pubblicati entrambi nel 2003 con la propria etichetta Rockhardcock Records. Il nome del gruppo, grazie anche alle adrenaliniche performance dal vivo durante le quali la Claret si scatena in mosse osé e sfoggia una portentose voce, inizia intanto a circolare con sempre più insistenza all'interno del musicbiz.
La svolta arriva infatti l'anno successivo, quando si fa avanti la Capitol, che mette li sotto contratto in vista dell'album di debutto. Le session di registrazione si svolgono a Londra, sotto la supervisione dell'abile produttore Gil Norton (già al fianco dei Pixies nel loro capolavoro "Doolittle") e si protraggono fino a 2005 inoltrato.
L'omonimo disco d'esordio, anticipato dal ballabile singolo "Nth Degree", viene quindi pubblicato a inizio 2006: un campionario di gustoso rock sensuale (basta il titolo di un pezzo, "Take Off Your Clothes"), irresistibile e luccicante, pronto a far muovere le anche di nuovi e numerosi adepti.