Mystery Jets

Mystery Jets: ultimi video musicali

Bubblegum

Video Musicali

The Boy Who Ran Away (Video single)

Video Musicali

Young Love (feat. Laura Marling)

Video Musicali

Bubblegum

Video Musicali

Telomere

Video Musicali

Serotonin

Video Musicali

Greatest Hits

Video Musicali

The Boy Who Ran Away

Video Musicali

Mystery Jets

Indie pop d'altri tempi.
La prima formazione dei Mystery Jets nasce all'inizio del ventesimo secolo a Eel Pie Island, un'isola sul Tamigi del quartiere Twickenham di Londra. Qui Blaine Harrison (batteria) e suo padre Henry (basso), insieme all'amico William Rees alla chitarra, iniziano a suonare insieme. Poco dopo, con l'arrivo di Kai Fish al basso e di Tamara Pearce-Higgins alla tastiera, Henry si sposta alla seconda chitarra. La band inizia a registrare qualche pezzo che trova spazio in un EP prodotto da Nick Sykes, già al lavoro con gli Aswad, in cui la voce è affidata a Blaine.
Tamara lascia la band, Blaine passa alla tastiera e viene arruolato, grazie a un annuncio su Internet, il batterista Kapil Trivedi. A questo punto il gruppo è pronto a fare sul serio: pubblicano l'EP "The Eel Pie Island" e poco dopo il singolo "Zoo Time" in edizione limitata a 500 copie per la Transgressive Records. Siamo nel 2005 e finalmente la band ottiene un contratto con la 679 Recordings per cui pubblica una raffica di singoli tra cui "The Boy Who Ran Away" (febbraio 2006) che si piazza decisamente bene nelle chart inglesi.
Finalmente a metà del 2006 arriva il tanto atteso disco di debutto. "Making Dens è un album di brit pop sporcato di rock e di follia psichedelica. In Gran Bretagna il disco va bene, ma non riesce a sfondare nel resto di Europa ne tanto meno negli States. Nel 2007 però le cose cambiano e, grazie alla label Dim Mak Recordings, il sound dei Mystery Jets sbarca in America attraverso il disco "Zootime" (una raccolta di pezzi tratti da "Making Dens" e gli EP precedenti) e un tour stellare.
Anche in Europa le cose iniziano a girare per il verso giusto: tour, partecipazioni, eventi, e chi più ne ha più ne metta. Il 2007 è però anche l'anno in cui papà Henry decide di non suonare più live con la band impegnata proprio in quel periodo in un tour per i club inglesi. In realtà però non abbandona completamente i ragazzi dato che poco dopo entra con loro in studio di registrazione per preparare la seconda prova discografica.
Preceduto dal singolo "Young Love", con la partecipazione di Laura Marling, "Twenty One" esce a marzo del 2008 per la Rough Trade e presenta un sound leggermente diverso a quello precedente. Grazie alle sapienti mani di Erol Alkan, uno dei manipolatori di suoni più richiesti al momento, le sonorità diventano più catchy e lineari ammiccando di più agli anni '80, ma la sostanza è sempre del frizzante indie-pop perfetto da ascoltare nelle calde sere d'estate sia da soli che in compagnia.A inizio luglio 2010, la band pubblica il terzo album "Serotonin".